Cronaca San Giovanni Teatino

San Giovanni Teatino, a luglio arriva "Sculpiere": il primo simposio di scultura

Si aprirà il prossimo 25 luglio in cinque punti della città il simposio internazionale di scultura. Protagonisti cinque artisti internazionali

"Arte in città, arte per la città”: è questo lo slogan con il quale si aprirà, il 25 luglio prossimo, “Sculpere”, il primo simposio internazionale di scultura, promosso dal Comune di San Giovanni Teatino.

Cinque artisti di fama internazionale lavoreranno per dieci giorni consecutivi alla realizzazione di cinque opere che saranno poi donate alla cittadinanza ed andranno ad abbellire le piazze. Un simposio che ha già visto il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole medie del locale istituto comprensivo “Galilei”, chiamati a riflettere sulle tematiche da consegnare ai cinque scultori.

Gli scultori coinvolti in questa performance artistica sono l’argentino Alfredo Pecile, che dovrà ispirarsi visitando ed osservando la frazione di Dragonara, lo sloveno Damjan Komel che sarà chiamato a realizzare un’opera che rappresenti l’unità della città di San Giovanni Teatino, l’italiano Francesco Panceri, che dovrà riflettere sulle tematiche dello sport nella città che si è appena candidata a “Cittadina europea dello Sport 2013”, l’abruzzese Giuseppe Colangelo, direttore artistico della manifestazione, avrà come tema “natura e ambiente”  e il giapponese Toshihiko Minamoto rifletterà artisticamente sul bene prezioso rappresentato dall’acqua.

Saranno coinvolti anche gli studenti dell’istituto d’arte “Nicola da Guardiagrele” di Chieti che realizzeranno la locandina del simposio.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni Teatino, a luglio arriva "Sculpiere": il primo simposio di scultura

ChietiToday è in caricamento