menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scritta 'Art' sui fasci littori del teatro, CasaPound: "Sfregio alla città"

Il movimento,che critica la performance del 25 aprile dell'artista Antonelli, ne ha chiesto la rimozione

CasaPound Italia interviene sulla vicenda della scritta 'Art' apposta sui fasci littori del teatro Fenaroli in occasione del 25 aprile.

"Il gesto ha rappresentato uno sfregio al patrimonio culturale della nostra città in nome di velleità ideologiche - afferma Marco Pasquini, responsabile lancianese del movimento - Preso atto di quanto accaduto, abbiamo richiesto la sua rimozione alle autorità competenti, che è stata prontamente eseguita. Se esiste una cosa di cui questa città può fare sicuramente a meno sono tentativi di cancellazione di parte della sua storia, operati con modalità che rischiano oltretutto di compromettere la facciata e di creare danno al patrimonio culturale ed artistico".

La performance era stata realizzata dall'artista lancianese Nicola Antonelli la notte tra il 24 e il 25 aprile. "I fasci littori -commenta ancora Casapound- sono lì a ricordarci che il teatro Fenaroli fu voluto dal fascismo: piaccia o meno a qualcuno, questa è la realtà oggettiva delle cose. Nel contempo, l'impegno per la difesa della nostra storia deve andare al di là di dichiarazioni su stampa e Social network: senza la nostra richiesta, la scritta si troverebbe infatti ancora lì, perché tutta l'indignazione mediatica di questo mondo non serve per cambiare in concreto le cose".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento