rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Scomparso da Chieti 24 anni fa: che fine ha fatto Maurizio D'Alò? "Chi l'ha visto" torna a indagare sul caso

La trasmissione di Rai 3 ha ripercorso un mistero che dura da 24 anni, amplificato da quando, nel 2002, la moglie dell'uomo raccontò di averlo visto bomba carta contro la sua azienda, a San Giovanni Teatino

Sei mesi dopo l'ultima volta, la trasmissione di Rai 3 Chi l'ha visto? è tornata a cercare di far luce sulla scomparsa di Maurizio D'Alò, l'uomo sparito da Chieti nel 1998, all'età di 38 anni. Da quasi un quarto di secolo, di lui non si hanno più notizie e, al mistero della scomparsa, si aggiungono altri punti oscuri. 

A cominciare dal fatto che nel 2002, quattro anni dopo l'ultimo avvistamento, la moglie lo accusò di aver lanciato una bomba carta contro la sua azienda, a San Giovanni Teatino, raccontando di aver sentito la sua voce. Ma quella pista non portò a nulla.

Ai microfoni dell'inviato della trasmissione di Rai 3 Fabrizio Franceschelli, le sorelle di D'Alò Catia e Antonella hanno ripercorso gli ultimi 24 anni di dolore e dubbi su quanto accaduto al loro caro: "Non accusiamo nessuno - dicono - vogliamo sapere solo dov'è nostro fratello e giustizia se è stato commesso un crimine".

Un mistero ripercorso anche dal legale di famiglia, l'avvocato Mario Del Monaco, e da Enzo Cacciagrano, il più caro amico di Maurizio, che è certo: "Se fosse tornato a Chieti ci avrebbe contattato". 

Nato nel cuore di Chieti, sposato giovanissimo, operaio in un'azienda di Chieti Scalo con la passione per la pesca, D'Alò aveva deciso di licenziarsi consegnando quasi tutta la sua liquidazione alla moglie, per entrare in società. I rapporti tra i coniugi, secondo quanto raccontato nel corso della trasmissione, non erano però idilliaci come un tempo: lui si era reso protagonista di numerose scappatelle, nutrendo una forte gelosia nei confronti della donna, che lo aveva addirittura portato a una colluttazione con quello che è stato definito un "rivale in amore".

Il giornalista Franceschelli ha interpellato anche la donna con cui D'Alò aveva una relazione extraconiugale, la quale ha raccontato di averlo visto per l'ultima volta nel novembre 1998, quando l'uomo si presentò sotto la sua casa di Francavilla al Mare, proponendole di andare insieme a Cuba. Un invito che lei rifiutò, benché tuttora innamoratissima, come detto da lei stessa, perché sapeva che non poteva esserci futuro per loro.

Mentre i familiari e gli amici continuano a cercare risposte, l'anziano padre di Maurizio D'Alò si è spento, con l'angoscia di non sapere che fine avesse fatto quel figlio, sparito dopo la pizza con un amico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparso da Chieti 24 anni fa: che fine ha fatto Maurizio D'Alò? "Chi l'ha visto" torna a indagare sul caso

ChietiToday è in caricamento