menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi scioperi alla Sevel: Usb e Fiom chiedono di coinvolgere i lavoratori nelle decisioni

Entrambe le sigle sindacali chiedono una trattativa anziché l'imposizione degli orari per le nuove turnazioni

Nuovo sciopero, oggi, alla Sevel di Atessa nel turno di sabato pomeriggio, dalle 14.15 alle 22.15, indetto da Usb e Fiom. Domani, invece, la protesta è indetta unicamente dall'Unione sindacale di base nel turno notturno, dalle 22.15 alle 5.45. 

La Fiom Cgil chiede per i lavoratori "una trattativa vera che veda una reale riduzione d’orario non a carico dei lavoratori e un miglioramento economico dignitoso". 

L'Usb, dopo l'adesione di Fiom, Fim, Slai Cobas alle altre proteste indette nei turni del sabato pomeriggio, invita le altre sigle sindacali "a condividere una chiara linea di rivendicazione e di lotta per raggiungere l’obiettivo che i lavoratori si aspettano: un riconoscimento economico a fronte di incremento di produzione, la riduzione di orario di lavoro sui turni del sabato, poiché tornare a casa a mezzanotte del sabato e ricominciare al lunedì mattina alle 4 non è una cosa accettabile sia per gli effetti sulla vita familiare sia sul recupero dal punto di vista psicofisico, chiarezza sul futuro in virtù della fusione tra Fca e Psa e, a tal proposito, non bisogna sottovalutare il fatto che PSA ha uno stabilimento che produce in Polonia con una capacità di gran lunga superiore a quello in Val di Sangro".

Anche Usb dice no alla nuova turnistica senza il coinvolgimento dei lavoratori nella decisione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento