Cronaca

Aule allagate e palestre inagibili: gli studenti non entrano a scuola

Al Masci e al Galiani il maltempo dei giorni scorsi ha peggiorato condizioni già difficili, con aule allagate, umidità sui muri, cavi scoperti e riscaldamento spento. I ragazzi hanno incontrato Di Giuseppantonio, che si è messo in moto per risolvere le criticità

Hanno deciso di non entrare a scuola questa mattina (martedì 3 dicembre) perché temevano per la loro incolumità, visto che ogni volta che piove in molte aule e in palestra umidità e pioggia rendono difficile seguire agevolmente le lezioni.

Un migliaio di studenti del Masci e del Galiani ha deciso di non fare lezione, visto che il maltempo degli ultimi giorni non ha fatto altro che peggiorare le condizioni già disastrate delle aule e delle palestre. Non un giorno di vacanza, ma la volontà di risolvere un problema serio, che va avanti da tempo e che nelle ultime settimane è peggiorato mettendo a rischio la sicurezza non solo degli alunni, ma anche del personale.

All’istituto tecnico, in particolare, l’ultimo piano è inagibile da ieri (lunedì 2 dicembre), considerato che nelle aule è piovuto. Così le classi del piano sono state mandate in aule momentaneamente vuote perché i compagni erano a teatro, e nei prossimi giorni dovrebbero essere mandate nei laboratori. Altro problema di non poco conto è la palestra, dove sono stati appaltati lavori di rimozione dell’amianto che sarebbero dovuti partire proprio ieri.

Al liceo scientifico Masci la situazione non è tanto diversa, in alcune aule della sede centrale e del seminario, con acqua che filtra dai muri o dai lucernai e cavi scoperti che fanno non poca paura ad insegnanti e studenti.

Ieri mattina una delegazione di rappresentanti delle due scuole ha incontrato il presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio che si è messo all’opera per ascoltare e risolvere i problemi dei ragazzi.

Prima sollecitando le ditte che già avrebbero dovuto iniziare a lavorare al Galiani: una in tarda mattinata ha iniziato ad allestire il cantiere per sistemare il tetto, l’altra lo farà nei prossimi giorni.

Per il Masci, il presidente ha chiamato il responsabile della succursale, ospitata nel seminario regionale, e ha mandato l’architetto della Provincia Francesco Faraone a fare un sopralluogo con i ragazzi. L’impegno, nonostante la scarsità di fondi, è risolvere il prima possibile i disagi già lamentati nelle scorse settimane durante un altro incontro con Di Giuseppantonio.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aule allagate e palestre inagibili: gli studenti non entrano a scuola

ChietiToday è in caricamento