menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero dei controllori di volo a luglio: partenze a rischio anche all’aeroporto d’Abruzzo

Il personale Enav, società che gestisce il traffico aereo civile, incrocerà le braccia il prossimo 21 luglio. Partenze a rischio

Voli a rischio in Italia per la giornata di sabato 21 luglio 2018. Le sigle sindacali che riuniscono i controllori di volo hanno proclamato uno sciopero della durata di 24 ore, che mette a repentaglio partenze e arrivi nei principali scali italiani. Tra questi anche l’aeroporto d’Abruzzo, come confermato dal sito del ministero dei Trasporti.

Inizialmente previsto per giovedì 5 luglio, lo sciopero è slittato al 21 dopo l'incontro tra i sindacati e il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Dunque sabtato 21 luglio il personale Enav incrocerà le braccia per 24 ore, coinvolgendo tutti i dipendenti della società che gestisce il traffico aereo civile in Italia e che conta in totale 4.200 lavoratori. L’astensione coinvolgerà infatti tutti i lavoratori del comparto aereo e indotti aeroportuali.

Oltre allo scalo abruzzese, gli altri aeroporti interessati sono:

•    Roma Fiumicino,
•    Roma Ciampino,
•    Torino,
•    Venezia,
•    Milano,
•    Catania,
•    Palermo,
•    Lamezia Terme,
•    Brindisi,
•    Cagliari,
•    Padova

A questa protesta nelle ultime ore si è aggiunto lo sciopero di 24 ore proclamato da piloti ed assistenti di volo Ryanair basati in Italia, per il prossimo 25 luglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento