rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca

Giornata drammatica sulla Maiella: due vittime a distanza di poche ore

Uno sciatore di 60 anni ha perso la vita a Sant’Eufemia a Maiella, un anziano invece è scivolato nel fosso del fiume Pescara ed è morto

Giornata dramatica quella di oggi, giovedì 29 aprile, sulla Maiella. Due le vittime della montagna nel giro di 12 ore.

La prima, come riferisce il Soccorso alpino e speleologico abruzzese, a Sant’Eufemia a Maiella dove un uomo di 60 anni ha perso la vita. Era con altri due escursionisti,tutti di Pescocostanzo lungo l’itinerario sciistico Rava della Giumenta Bianca, che porta sulla cima del monte Amaro. Ad un tratto, però, lo sciatore di 60 anni durante la salita è scivolato all’indietro. Vano il tentativo di uno dei due amici di bloccarlo: lo sciatore è deceduto a seguito dei traumi causati dalla caduta, l’amico che ha tentato di bloccare il corpo dell’uomo è rimasto ferito.

Gli interventi di recupero sono stati efefttuati dai sanitari del 118 e dai tecnici del Soccorso Alpino, allerttai dal terzo amico rimasto illeso

A distanza di poche ora dal primo intervento, sulle montagne pescaresi si è verificato un altro incidente mortale: a perdere la vita è stato un uomo anziano di Tocco da Casauria che era andato a fare una passeggiata in montagna per raccogliere gli asparagi, in contrada Francoli. L'anziano è scivolato nel fosso del fiume Pescara. I familiari, non vedendolo rientrare, lo hanno localizzato con il cellulare e hanno scoperto che era finito in un fossato e hanno allertato il 118m che ha attivato il Soccorso alpino.

Daniele Perilli, presidente del Soccorso alpino e speleologico abruzzese ricorda l’importanza della prevenzione, di studiare i percorsi e avere le cartine della zona scelta per l’escursione, affidarsi alle guide esperte e di scaricare inoltre l’app Georesq per essere localizzati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata drammatica sulla Maiella: due vittime a distanza di poche ore

ChietiToday è in caricamento