Scende la differenziata, arrivano più controlli contro l'abbandono di rifiuti

Scende in città la percentuale di raccolta differenziata e il Comune intensifica controlli e provvedimenti per evitare l'abbandono dei rifiuti, il conferimento scorretto e limitare i "furbetti". Tre anni fa si raggiunse il risultato record del 65 per cento, al punto da diminuire il costo della Tarsu del 5 per cento

Scende in città la percentuale di raccolta differenziata e il Comune intensifica controlli e provvedimenti per evitare l'abbandono dei rifiuti, il conferimento scorretto e limitare i "furbetti". Infatti, se tre anni fa si raggiunse il risultato record del 65 per cento, al punto che si riuscì a diminuire il costo della Tarsu del 5 per cento, con un risparmio medio di 35 euro a famiglia, l'attuale flessione ha portato la raccolta al 56 per cento. 

Colpa, ha lamentato l'assessore Alessandro Bevilacqua in una conferenza stampa convocata ad hoc, non solo di chi non rispetta le regole, specialmente giorni, orari e modalità di conferimento, ma anche di una diminuzione dei controlli che hanno portato allo scempio non solo in quartieri periferici. 

Alcuni sopralluoghi effettuati dall'assessore insieme al responsabile della società Formula Ambiente e al funzionario del settore Ambiente in un grande centro commerciale della città hanno permesso di ritrovare montagne di sacchi neri in cui viene mischiato ogni genere di rifiuto. Ma i privati non sono da meno, dimenticando che l'errato conferimento porta i rifiuti in discarica, con un aumento dei costi di smaltimento che si ripercuote sulle tasche di tutti i cittadini. 

"Vale la pena di ricordare a tutti i cittadini - dice Bevilacqua - che i rifiuti devono essere esposti, a seconda della tipologia prevista dal calendario di cui abbiamo dotato tutte le 27mila utenze cittadine, il giorno prima della raccolta e solo tra le ore 20 e le 24. I bidoni, inoltre, non dovranno più essere lasciati sul suolo pubblico. L’amministrazione comunale non tollererà più tale stato di cose e per tale motivo ha disposto il ritiro di tutti quei bidoni che non siano stati collocati in spazi privati o condominiali". 

Inoltre, per evitare l'abbandono di sacchi di immondizia in strada, inoltre, verranno reclutate nuove guardie ambientali che effettueranno controlli a campione in particolare nelle zone maggiormente interessate dal problema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

  • Sempre più frequenti i lupi in città, il veterinario: "Nessun pericolo per l'uomo, attenti agli animali domestici"

  • L'Abruzzo resta in zona rossa: proroga di una settimana, ma Marsilio spinge per misure meno restrittive

Torna su
ChietiToday è in caricamento