rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Arielli

Scarico illecito di reflui industriali nella rete fognaria pubblica, denunciato il titolare di un'azienda

La scoperta dei carabinieri forestali che, ad Arielli, hanno individuato uno scarico anomalo, riconducibile a una società di produzione di fertilizzanti

L'amministratore unico di un'azienda di Arielli è stato denunciato dai militari della stazione carabinieri forestale di Lanciano perché accusato di scarico illecito di reflui industriali.

I militari, con l’ausilio del personale Sasi, dopo aver effettuato un’ispezione nella pubblica rete fognaria, sono risaliti alla provenienza dello scarico anomalo, riconducibile a una società di produzione di fertilizzanti.

Secondo quanto appurato dai forestali, i rifiuti liquidi industriali erano illecitamente smaltiti attraverso un lavandino esterno che li convogliava all’interno della pubblica rete fognaria, in assenza della dovuta autorizzazione e senza alcuna tipologia di preventiva depurazione.

Così i militari, per impedire che lo scarico continuasse, lo hanno sottoposto a sequestro mediante l’apposizione di sigilli.

Nell’area di pertinenza dell’opificio sono stati rinvenuti rifiuti speciali non pericolosi illecitamente gestiti, anche questi sottoposti a sequestro.

uL'indagato rischia fino a un anno di arresto nel caso in cui non dovesse ottemperare alle prescrizioni impartite. Gli è stata contestata la violazione degli articoli 137 comma 1 e  256 comma 1 e 2 del Codice dell'ambiente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarico illecito di reflui industriali nella rete fognaria pubblica, denunciato il titolare di un'azienda

ChietiToday è in caricamento