menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il bando per le mense scolastiche è scaduto a dicembre, le ditte aspettano l'esito

Il consigliere di opposizione El Zohbi accusa l'amministrazione di essere una "milleproroghe" e chiama in causa l'assessore all'Istruzione Giuseppe Giampietro e il segretario generale Celestina Labbadia affinché diano risposte sulla gara di cui non c'è più traccia

La gara per le mense scolastiche cittadine è scaduta a giugno dell’anno scorso. Da allora, l’amministrazione comunale di Chieti ha rinnovato il servizio per asili e scuole primarie cittadini a colpi di proroghe.

E oggi il consigliere di opposizione Bassam El Zohbi attacca la maggioranza: “Visto l’andamento di questa amministrazione – dice - possiamo a pieno titolo soprannominarla “Amministrazione Mille Proroghe” vista l’attitudine a prorogare praticamente tutto, come le infinite proroghe concesse alla Teateservizi o al servizio di trasporto pubblico”.

Nel 2014 l’Amministrazione ha emesso un primo bando di gara per l’affidamento del Servizio mense scolastiche, poi ritirato in autotutela dal dirigente comunale a ottobre. successivamente è stato emanato un nuovo bando, con scadenza dicembre 2014. “Tutt’oggi – accusa El Zohbi – si sono perse le tracce”.

Poi si rivolge all’assessore all’Istruzione Giuseppe Giampietro: “Gli ricorderei che il politico  ha il diritto-dovere di verificare l’andamento degli uffici e l’eventuale insorgere di intoppi di varia natura nell’espletamento, ad esempio, degli atti di gara”. E chiama in causa anche il segretario generale del Comune, Celestina Labbadia, per “correre in soccorso dell’assessore Giampietro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento