menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
l.go Sant'Agata

l.go Sant'Agata

Santa Maria tra incuria e mancanza di parcheggi, ecco la petizione

Residenti e comercianti chiedono all'amministrazione comunale di risolvere i problemi cronici del quartiere: palazzi decadenti, sporcizia e carenza parcheggi accentuata dopo la recente riqualificazione

L’associazione Comitato di quartiere Santa Maria ha promosso e consegnato una petizione sottoscritta da circa 400 tra residenti e commercianti a sindaco, presidente del Consiglio Comunale e capigruppo consiliari con alcune richieste inerenti la vivibilità del quartiere.

Nella petizione si denunciano il grave disagio causato dal proliferare di escrementi di piccioni e di topi che vengono rinvenuti in vari punti del quartiere, lo stato di abbandono, degrado e sporcizia presenti in numerosi esercizi commerciali chiusi lungo via Toppi  e via degli Agostiniani e la presenza di contenitori d’immondizia perennemente posizionati davanti agli ingressi delle abitazioni.

Nel quartiere inoltre, nonostante la recente riqualificazione, alcuni palazzi in via Toppi e largo Sant’Agata si trovano ancora in pericolosa situazione di degrado tra balconi pericolanti, finestre e persiane rotte, nidi di piccioni e topi. Qualche sera fa un topo è stato visto camminare allegramente in sotto l’arco di Porta Pescara. I topi, secondo quanto riferiscono i residenti, avrebbero invaso anche via Galiani. Inoltre dopo i lavori di riqualificazione che hanno impegnato il quartiere da luglio a dicembre 2015, si è accentuata la mancanza cronica di parcheggi, con la realizzazione della piazzetta di Santa Maria e l’installazione di una sessantina di paletti.

Nella petizione l’associazione Comitato di quartiere Santa Maria, presieduta da Ginevra Nardone, chiede di porre rimedio a quanto a denunciato e di provvedere a realizzare i necessari parcheggi, sfruttando per esempio il multipiano presso la vicina Caserma Pierantoni e garantire un numero congruo di posti auto anche ai disabili. “L’associazione  - spiegano -  come sempre ha fatto, si impegna a collaborare per quanto potrà, affinché la vita del quartiere migliori, per i commercianti, per i residenti e per l’immagine della città di Chieti che vergognosamente viene svilita ogni giorno di più”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento