Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Santa Filomena

Lettori: Ridiamo dignità a Santa Filomena: no al cimitero e alla discarica

La lettrice segnala che l'area di rispetto fissata a ridosso del nuovo cimitero a Santa Filomena, interessa una zona abitata da decine di famiglie e non un terreno spopolato. Con l'inedificabilità totale prevista delle aree, questi cittadini avranno ripercussioni non indifferenti

Ai cittadini di Santa filomena l'idea da parte del Comune di Chieti di situare il nuovo cimitero in area così centrale (appena a 2.5 km dalla stazione) appariva già a dir poco assurda. Chi conosce la zona sa che si tratta di un'area bellissima dai paesaggi pittoreschi che grazie anche alla perfetta localizzazione prossima alle maggiori arterie stradali meritava sicuramente di essere rivalutata e di avere una diversa destinazione al fine di garantire maggiori servizi ai cittadini, come impianti sportivi, un parco pubblico comunale degno di tale nome, magari un'area residenziale in bioedilizia ecc., ma il Comune di Chieti secondo un progetto degli anni 70 vuole a tutti i costi utilizzare questo sito per la realizzazione del nuovo cimitero di Chieti Scalo.

Questo però non basta a sbalordirli c'è dell'altro. Il 05/03/2012 gran parte dei cittadini di Santa Filomena hanno ricevuto da parte del Comune una lettera raccomandata con avviso di avvio del procedimento relativo all'adozione di una variante al PRG inerente la localizzazione del nuovo cimitero comunale in via Strada Ombrosa. Nella lettera si evince la fissazione di un'area di rispetto tutto intorno all'area cimiteriale con un raggio di 200 mt ossia una superficie molto estesa che si aggira sui 60- 70 ettari.

Tutto ciò potrebbe sembrare lecito dato che la legge per motivi igienico- sanitari e per eventuali futuri allargamenti del cimitero lo prevede, ma l'assurdità e che la stessa legge fissa una distanza di 50 mt. che le abitazioni devono avere rispetto all'area cimiteriale e questo è stato pienamente disatteso dall'Amministrazione la quale ha predisposto che le mura di cinta del nuovo cimitero fossero distanti appena qualche metro da un'abitazione dove vi abitano tre famiglie e a qualche decina di metri da un altro edificio dove vi abitano altrettanto famiglie.

Il raggio di 200 mt dall'area interessata inoltre non riguarda una zona periferica con case sporadiche ma decine e decine di case, famiglie, centinaia di persone, aziende agricole, piccoli proprietari che ad un certo punto si vedranno mutare la destinazione dei loro terreni resi inedificabili con enormi ripercussioni economiche su coloro che, ad un tratto si vedranno azzerati tutti i sacrifici di una vita.

L'area di rispetto infatti prevede l'inedificabilità totale delle aree che vi fanno parte e solitamente riguarda aree spopolate e periferiche non aree centrali dove vi sono abitazioni anche di pregio e terreni prossimi al centro di elevato valore economico. L'area si estende talmente tanto che arriva fino a circa 300-400 mt circa dalla discarica Casoni.

E' evidente che sia un progetto assurdo che non tiene conto minimamente della volontà della popolazione e che vada contro la dignità di una rilevante fetta della popolazione, quella di Santa Filomena fatta di gente onesta, laboriosa già messa in ginocchio dalla presenza vicinissima della discarica e che adesso deve di nuovo essere presa di mira dall'Amministrazione con questa ennesima iniziativa che mira a trasformare il tutto in cimitero e discarica. Basta, ridiamo dignità a Santa Filomena!

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettori: Ridiamo dignità a Santa Filomena: no al cimitero e alla discarica

ChietiToday è in caricamento