rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Treglio

Treglio in piazza per difendere il diritto alla salute: sit-in contro il sansificio

Sei giorni di presidio per protestare contro la ripresa delle attività del Sansificio Vecere, oggetto di un processo per presunto reato ambientale

Treglio scende in strada per difendere "il diritto alla salute". Cittadini, bambini, genitori, alcune maestre e parroci da martedì mattina sono in presidio permanente per protestare contro la riapertura di un camino del sansificio Vecere, in località Paglieroni.

La protesta andrà avanti fino a domenica per scongiurare il rinnovo dell’autorizzazione all’attività del sansificio per altri 15 anni, dopo la scadenza di quella precedente che termina il prossimo 21 dicembre.

Sequestrato dalla magistratura a gennaio del 2015, l'impianto è tornato in funzione pochi giorni fa, dopo l'autorizzazione della Procura di Lanciano per garantire il lavoro per la stagione olivicola in corso. L'attività del sansificio è oggetto di un processo per presunto reato ambientale assieme alla vicina centrale biomasse. I manifestanti non comprendono perchè la Procura abbia autorizzato la riporesa delle attività dell'impianto e chiedono la delocalizzazione dello stesso spiegando che "non puà rimanere in un centro abitato".

Il 31 ottobre è previsto l'eame alla Regione

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treglio in piazza per difendere il diritto alla salute: sit-in contro il sansificio

ChietiToday è in caricamento