Cronaca

Sanità: nuovo cronoprogramma per project financing ospedale

Entro il mese prossimo, la Asl concluderà l’istruttoria, depositata il 19 luglio dal raggruppamento temporaneo di imprese Maltauro-Azienda bresciana Petroli Nocivelli-Finanza e Progetti. In caso di valutazione positiva, si procederà con la dichiarazione di pubblico interesse dell’opera, per indire poi la gara d’appalto

Va avanti l’iter per il project financing per il nuovo ospedale. Entro il mese prossimo, la Asl concluderà l’istruttoria, depositata il 19 luglio dal raggruppamento temporaneo di imprese Maltauro-Azienda bresciana Petroli Nocivelli-Finanza e Progetti. Dopodiché, alla Regione saranno trasmesse le conclusioni e, in caso di valutazione positiva, si procederà con la dichiarazione di pubblico interesse dell’opera, per indire poi la gara d’appalto

Il cronoprogamma è stato illustrato questa mattina (giovedì 25 agosto), a Pescara, in una riunione a cui hanno partecipato il presidente Luciano D’Alfonso, l’assessore alla Programmazione Sanitaria Silvio Paolucci, il direttore generale Pasquale Flacco, tecnici della Asl e della Regione. 

“Sull’istituto del project financing - ha detto D'Alfonso - non abbiamo alcun preconcetto: è però importante che tutte le voci inserite nella proposta siano misurabili oggettivamente ed è proprio su questo fronte che si concentrerà l'impegno della Regione e quello della Asl. Vogliamo, e dobbiamo, verificare ogni singolo punto”. 

Dopo aver ricevuto la nuova proposta, l’azienda sanitaria ha verificato che ci fossero tutti i documenti e la coerenza degli aspetti finanziari. 

L'azienda sanitaria, subito dopo la ricezione della nuova proposta, si è attivata per verificare la compiutezza documentale e la coerenza degli aspetti finanziari. Alla Regione spetterà verificare la compatibilità finanziaria e il rispetto del progetto con l previsioni del piano sanitario e della riorganizzazione della rete ospedaliera. 

“Un nuovo ospedale a Chieti - ha commentato Paolucci - si rende necessario a causa delle particolari e preoccupanti condizioni di precarietà strutturale di alcuni edifici dell'attuale policlinico teatino. Carenze evidenziate da diverse perizie che si sono succedute negli ultimi 3 anni, su cui la Regione ha l'obbligo di intervenire, perché oltre agli aspetti legati alla sicurezza di pazienti e operatori, potrebbero esserci ripercussioni anche sull'attività didattica della facoltà di Medicina dell’università".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: nuovo cronoprogramma per project financing ospedale

ChietiToday è in caricamento