rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Sanità, l'Abruzzo migliora ma ancora criticità sull'emergenza urgenza

La verifica del Ministero della Salute sugli adempimenti da assolvere in tema di Livelli essenziali di assistenza (Lea): sono solo otto le Regioni in regola con la verifica adempimenti 2012

Solo 8 le regioni, su 16 monitorate dal Ministero della Salute a garantire in pieno i Livelli essenziali di assistenza (Lea) e tra queste non c’è l’Abruzzo.

Nella verifica adempimenti Lea 2012 superano il monitoraggio Basilicata, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Toscana, Umbria e Veneto. "Rilevanti inadempienze", si legge, permangono "per le Regioni in Piano di rientro, pur rilevando un progressivo miglioramento su riorganizzazione del sistema informativo e reti assistenziali".

In Abruzzo si evidenziano miglioramenti per quanto riguarda l'assistenza ospedaliera, tuttavia persistono criticità soprattutto per quel che riguarda l'"emergenza urgenza".

Nel monitoraggio 2012 realizzato sulla base del lavoro del Comitato permanente per la verifica dell'erogazione dei Lea mano mano che si scende al Sud la situazione peggiora: Campania, Lazio e Molise evidenziano ancora criticità per l'appropriatezza dell'assistenza ospedaliera, l'assistenza ai malati terminali, la riabilitazione, l'attività trasfusionale e al percorso nascita. Il Piemonte infine, è l’unica Regione del nord nella lista nera a causa delle "inadempienze nel monitoraggio delle liste d'attesa e nell'area della prevenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, l'Abruzzo migliora ma ancora criticità sull'emergenza urgenza

ChietiToday è in caricamento