Cronaca

San Giovanni in Venere protagonista di due giorni di studio

"San Giovanni in Venere, tutela e valorizzazione di un'abbazia benedettina nel panorama storico artistico del Medioevo adriatico" è il titolo del convegno che si svolgerà al teatro comunale di Fossacesia i prossimi venerdì 5 e sabato 6 febbraio

Il Comitato Tecnico Scientifico per la tutela e la valorizzazione del complesso monumentale dell’Abbazia di San Giovanni in Venere di Fossacesia, ha organizzato un convegno di studi i prossimi 5 e 6 febbraio presso il Teatro comunale di Fossacesia, dal titolo “San Giovanni in Venere – tutela e valorizzazione di un’abbazia benedettina nel panorama storico artistico del Medioevo adriatico”.

Il convegno sarà dedicato alla splendida abbazia benedettina, analizzata non solo per i suoi aspetti storico-artistici, ma anche per la sua valenza paesaggistica. All’incontro parteciperanno il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, il vicesindaco Paolo Sisti, il viceprefetto Luciano Conti, il sovrintendente dei Beni Archeologici dell’Abruzzo, Francesco Di Gennaro, il funzionario di Zona della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo Aldo Giorgio Pezzi, che per l’occasione ha anche illustrato il contributo del Soprintendente SBEAP Maria Giulia Picchione, il funzionario di Zona della Sovrintendenza Archeologica d’Abruzzo Andrea Rosario Staffa, il priore di San Giovanni in Venere, Padre Pierluigi e la presidente dell’Associazione Itaca, Marisa De Philippis.

I lavori si apriranno venerdì alle ore 15 con la visita guidata all’Abbazia e saranno articolati in tre sezioni: la prima tratterà lo studio delle tracce di San Giovanni in Venere nelle testimonianze storico, archeologico ed epigrafiche, con interessanti interventi da parte di esponenti della Sovrintendenza Archeologica d’Abruzzo, dell’Università G. D’Annunzio e di Calabria e dell’Archivio della Congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri. La seconda sezione, che inizierà sabato alle ore 9.30, avrà come fulcro i temi relativi alla tutela e valorizzazione del complesso monumentale benedettino. Qui interverranno i rappresentanti della Soprintendenza delle belle Arti, dell’Università d’Annunzio e del Co.Mo.Do. Paesaggi di Strade. La terza sezione, infine, riguarderà l’aspetto storico artistico del monumento benedettino in epoca medievale, trattato da studiosi dell’Università Sapienza di Roma e della Biblioteca Herteziana di Roma. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni in Venere protagonista di due giorni di studio

ChietiToday è in caricamento