menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimbo si accascia nei pressi di Ikea: vigilante gli salva la vita dopo il massaggio cardiaco

Mettendo in pratica la rianimazione cardio-polmonare appresa durante i corsi salvavita, Riccardo Esposito ha salvato un bambino di dieci anni

Urla e terrore venerdì scorso nei pressi di una rotatoria vicino all’Ikea a Dragonara dove un bambino di 10 anni si era improvvisamente accasciato a terra, in gravissime condizioni.

La lucidità e l’innato senso di responsabilità di Riccardo Esposito, 31enne brindisino vigilante per CoopService, lo hanno salvato. Riccardo, socio dell’associazione “Era” di Torre Santa Susanna, è intervenuto sul posto richiamato dagli strani movimenti e ha notato che il bimbo non era cosciente, non respirava più, non si sentivano i battiti e perdeva liquido dalla bocca.

Immediatamente è stato lanciato l’allarme chiamando i soccorsi, ma non c’era tempo da perdere. Così Riccardo Esposito ha deciso di mettere in pratica la rianimazione cardio-polmonare appresa durante i corsi salvavita frequentati in precedenza. Passa il tempo e dopo il lungo massaggio cardiaco il bambino riapre gli occhi. È una gioia incontenibile per la madre, commossa, mentre un’ambulanza del 118 arriva a trasportare il piccolo in ospedale per tutti gli accertamenti del caso.

Un angelo, Riccardo, che da cinque anni vive in Abruzzo. Dopo aver soccorso e salvato la vita al bambino a San Giovanni Teatino si è allontanato silenziosamente. La notizia è stata diffusa dall'associazione di Torre Santa Susanna, dove il giovane ha frequentato i corsi BLS-D con Carmelo Di Maglie.

Il vigilante angelo ha poi confessato: “Non è la stessa cosa fare il massaggio cardiaco su un manichino e su un bambino, bisogna diffondere sempre più la cultura della formazione per farsi trovare pronti ad ogni emergenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento