menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fra pochi giorni saranno coperti i fasci del teatro Fenaroli: furono posizionati nel 1998

Verrà apposto un drappo durante la cerimonia per la Giornata nazionale antifascista, promossa dall'Anpi. "Sono privi di pregio storico e artistico", spiega Pupillo a chi critica questa scelta

I fasci littori sulla facciata del teatro Fenaroli di Lanciano saranno coperti sabato (27 maggio). La copertura con un drappo, in attesa del parere della Sovrintendenza, si terà in occasione della Giornata nazionale antifascista, promossa dall'Anpi (Associazione nazionale partigiani italiani), a cui aderisce anche il Comune. Alle ore 9 è previsto il raduno di fronte al teatro e alle 9.30 si procederà con la copertura; dalle 9.45 allocuzioni e inni. 

"La copertura del palese falso storico dei fasci littori sul Teatro Fenaroli - spiega il sindaco Mario Pupillo - è una scelta politica che trova nella storia sostegno e coerenza, a differenza di quella che li riposizionò, a distanza di 55 anni, nel 1998: i simboli sono importanti, soprattutto in tempi come questi dove è fondamentale dire chiaramente da che parte stiamo. I fasci littori del Teatro Fenaroli sono privi di pregio storico e artistico, come sa benissimo chiunque conosca minimamente la storia della nostra Città e del nostro Teatro, che su quasi 172 anni di vita ha ospitato i fasci per 4 anni dal 1939 al 1943, sotto il periodo fascista appunto. La Città Medaglia d'Oro al Valor Militare ama la libertà, la democrazia, la tolleranza, la Costituzione: aderiamo con convinzione alla Giornata nazionale antifascista promossa dall'Anpi". 

Solo pochi giorni fa, il sindaco era stato attaccato da Casapound, che nella notte tra lunedì (22 maggio) e martedì (23 maggio) aveva affisso uno striscione sulla facicata del Fenaroli, paragonando addirittura Pupillo all'Isis. Da più parti era arrivata solidarietà nei confronti del primo cittadino.

"Non c'è solo il vecchio fascismo, il saluto romano, ormai siamo andati oltre: razzismo, egoismi nazionali, muri e fili spinati contro i migranti - commenta la presidente dell'Anpi Lanciano Maria Saveria Borrelli - per non parlare delle pagine su Facebook con circa 500 pagine apologetiche del fascismo e razzismo come evidenzia un'inchiesta dell'Anpi nazionale. Questa iniziativa, unica nel suo genere, segna un ulteriore e importante passo avanti della nostra associazione sul fronte del contrasto giuridico, sociale e culturale ai fascismi. Doverosa e importante l'adesione dell'amministrazione comunale con la copertura, finalmente, dei fasci littori, simbolo di potere fascista".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento