Scoperti ruderi durante le operazioni di scavo in piazza San Giustino

Si tratta di un arco in mattoni di epoca imprecisata: saranno le rilevazioni affidate alle archeologhe della Soprintendenza a datarlo

Un arco in mattoni di epoca imprecisata è emerso ieri durante gli scavi per i lavori di riqualificazione di piazza San Giustino a Chieti. Un ritrovamento che riconsegna a Chieti altri reperti di un patrimonio rimasto per secoli sotto terra.

Si tratta di una sorpresa per la squadra che scava: l'analisi geofisica G.p.r. (Ground penetration radar) redatta nel mese di maggio aveva evidenziato la presenza strutture urbanistiche nel sottosuolo paragonabili a portici e pavimentazioni. A una ad una profondità di oltre 1 metro, ieri è emersa una porzione di arco: in gran parte sotterrato, si intravede un vano con una volta a botte alta circa 9 metri e larga 6. Saranno successivamente le rilevazioni affidate alle archeologhe della Soprintendenza a datare il ritrovamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • La migliore pizzeria delivery di Chieti è Fermenta: il punto di vista del titolare Luca Cornacchia

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

Torna su
ChietiToday è in caricamento