Rubano la macchina dell'amica per andare alla festa, ma il conducente non ha la patente: denunciati tre minorenni

Il conducente, di 17 anni, ha cercato di convincere i carabinieri che lo hanno fermato di aver avuto l'auto in prestito

Hanno rubato l'auto a un'amica e si sono messi a girare per le strade del paese. Una situazione già grave, resa ancora peggiore dal fatto che i tre erano minorenni e alla guida c'era un ragazzo di 17 anni, peraltro già sanzionato l'anno scorso per aver provocato un incidente con un mezzo non assicurato. Ora i giovanissimi sono stati denunciati alla procura dei minori dell'Aquila per furto aggravato e, solo uno, per guida senza patente.

I tre sono stati sorpresi la sera dello scorso 24 ottobre dai carabinieri della stazione di Borrello, comandati dal maresciallo Giulio Bonori, impegnati in un servizio di rinforzo per la prevenzione furti nell’area industriale atessana, disposto dal comando compagnia di Atessa.

I militari hanno notato nella frazione Montemarcone una Fiat Panda con tre giovani a bordo e hanno deciso di fermare l'auto per un controllo. Alla guida c'era il 17enne, residente a Montazzoli. A un controllo più approfondito, si è scoperto che il giovane, ovviamente sprovvisto di patente, nel 2019 era già stato sanzionato dai carabinieri di Castiglione Messer Marino quando, alla guida di un motociclo, aveva provocato un incidente stradale coinvolgendo un altro veicolo e riportando importanti lesioni. In quell'occasione, oltre a circolare senza assicurazione e revisione del due ruote, nonché con targa alterata, il giovanissimo era risultato positivo agli stupefacenti. Per quell'episodio, il ragazzo era stato segnalato per guida sotto l'effetto di stupefacenti e aveva ricevuto una sanzione amministrativa per oltre 8 mila euro. 

Il 24 ottobre scorso, in compagnia degli amici 16enni, entrambi residenti ad Atessa, ha cercato di addurre ai carabinieri motivazioni ritenute poco convincenti e contrastanti tra loro. 

Così, i militari hanno contattato il proprietario del veicolo, una 21enne studentessa atessana amica dei tre minori, che ha raccontato di non aver consegnato a nessuno né le chiavi né tantomeno il veicolo, che dunque era stato preso senza il suo consenso.

Si è scoperto così che, quel sabato sera, i tre giovani e la ragazza si trovavano in un noto bar di Atessa, dove avevano trascorso diverso tempo. Qui, i tre minori avevano ideato il piano e, dopo aver sottratto le chiavi riposte dalla ragazza nella giacca che aveva lasciato incustodita all’interno del locale, si sono impossessati del veicolo posteggiato nei pressi del bar, per poi recarsi con la Fiat Panda guidata da uno dei minori in frazione Montemarcone, dove c’era una festa di alcuni loro amici.

Sarà l’autorità giudiziaria dell’Aquila, competente per i minori, a chiarire le responsabilità dei giovanissimi in merito al presunto furto del veicolo, mentre il minore conducente del veicolo, essendo recidivo nella violazione, dovrà rispondere anche per il reato di guida senza patente.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

Torna su
ChietiToday è in caricamento