Rubarono in casa di un'anziana a Rosello, tre donne arrestate ad Alba Adriatica

Lo scorso 12 novembre riuscirono a portar via oggetti d'oro e 400 euro in contanti, poi, inseguite dai carabinieri, ebbero un incidente sulla superstrada Val Di Sangro. Le ambulanze le portarono negli ospedali di Chieti e Lanciano, da cui riuscirono a scappare firmando le dimissioni

Ci è voluto un mese di indagini per identificare le tre donne che il 12 novembre scorso rubarono in casa di una pensionata di 88 anni a Rosello. Le tre sono state arrestate dai carabinieri di Villa Santa Maria, con l'ausilio dei colleghi di Alba Adriatica, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Lanciano Massimo Canosa, su richiesta del pm Rosaria Vecchi. 

Si tratta di D.S., 40 anni, E.S., 50 e G.S., tutte di etnia rom e residenti ad Alba Adriatica. Le donne sono state portate nel carcere di Castrogno, a Teramo. 

Il 12 novembre scorso, dopo aver rubato in casa della pensionata, riuscendo a portar via oggetti in oro e 400 euro in contanti, fuggirono in auto, inseguite dai carabinieri di Villa Santa Maria. Sulla superstrada Val di Sangro l'auto finì fuori strada e le tre rimasero ferite.

Subito arrivarono due ambulanze del 118, che le ricoverarono negli ospedali di Lanciano e di Chieti, ma appena arrivate firmarono le dimissioni per fuggire di nuovo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Tamponamento a catena sull’Asse Attrezzato: code in direzione Pescara

Torna su
ChietiToday è in caricamento