menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubano auto, motoseghe e caldaie: in carcere per ricettazione

Si tratta di G.L., 32 anni, di Lanciano, e F.T., 61, di Treglio. Avevano nascosta in garage merce del valore di oltre 110mila euro

Nei garage delle loro abitazioni c’erano auto, motoseghe, un quad, persino caldaie, per un valore complessivo di circa 110mila euro. Per questo sono finiti in manette con l’accusa di ricettazione G.L., 32 anni, di Lanciano, e F.T., 61, di Treglio

Le indagini sui due uomini erano partite a marzo, dopo la denuncia del titolare di una concessionaria, che un mese prima aveva subito il furto di quattro automobili: un’Alfa Romeo Giulietta, una Lancia Ypsilon, una Jeep e una Fiat 500L. Un bottino da circa 100mila euro. E in quell’occasione i due uomini furono denunciati per ricettazione.

Gli agenti del commissariato di Lanciano, con il personale della squadra mobile di Lanciano, hanno scoperto successivamente che quelle auto circolavano a Lanciano con targhe contraffatte o straniere e con assicurazioni scadute. Solo una era nascosta in un garage. 

Nelle settimane successive, però, le denunce per furto sono aumentate, intensificando le indagini del nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Lanciano, coordinato dal procuratore capo facente funzioni Rosaria Vecchi. Si è scoperto così che i due uomini arrestati sarebbero responsabili di 12 episodi di ricettazione in concorso, ipotesi avvalorata dal fatto che, durante la perquisizione, non hanno saputo spiegare la provenienza di quella merce. Così la procura ha chiesto il carcere per i due, e il giudice per le indagini preliminari Massimo Canosa ha firmato la richiesta. Questa mattina (sabato 11 giugno) è previsto l’interrogatorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento