"Si impossessò dei soldi dei parcometri": condannato l'ex comandante dei vigili urbani di Ortona

Accusato di aver sottratto un totale di quasi 56mila euro in pochi mesi dai parcheggi a pagamento cittadini. Il processo con rito abbreviato

L'ex comandante della polizia municipale di Ortona, Alessandro Poeta, è stato condannato a due anni di reclusione, pena sospesa, e al risarcimento danni nei confronti del Comune, costituitosi parte civile, per il reato di peculato.

La sentenza è arrivata durante il processo svoltosi con rito abbreviato davanti al gup del tribunale di Chieti. L'ex comandante dei vigili urbani, licenziato due anni fa, è stato accusato di essersi impossessato del denaro prelevato dai parcometri di Ortona: un totale di quasi 56mila euro in pochi mesi.

I fatti contestati risalgono ai primi sei mesi del 2016 quando l'ex comandante che gestiva i parcheggi a pagamento si sarebbe più volte impadronito degli incassi, come accertato in seguito dai revisori dei conti del Comune.

Potrebbe interessarti

  • Come tenere lontani i piccioni da casa (e non solo)

  • Teli e canotti per prevenire i danni della grandine: l'ingegno degli abruzzesi fa il giro del web

  • Lido Punta Le Morge: l’unica spiaggia naturista in Abruzzo

  • Il bicarbonato fa dimagrire? Tutta la verità che devi conoscere

I più letti della settimana

  • Francavilla, parabrezza lesionati dalla grandine: è polemica sulle multe

  • Scontro fra un'auto e una bisarca: muore l'automobilista

  • Investito in moto: muore dopo due giorni il dottor Buzzelli, primario del San Pio

  • Picchia la ex moglie nel parcheggio, il figlio piccolo chiede aiuto alla polizia: l'uomo viene arrestato

  • Muore in ospedale dopo due interventi chirurgici, la Procura apre un'inchiesta

  • Ortona, incidente stradale tra un'auto e uno scooter: ragazza in gravi condizioni

Torna su
ChietiToday è in caricamento