Cronaca Roccamontepiano

A Roccamontepiano i volontari recuperano l’antica sorgente e fonte di “Santannea”

In piazza Terranova un incontro pubblico sulla storia del paese

Si svolgerà stasera alle  20.30, presso il museo “G. Lisio” di piazza Terranova a Roccamontepiano un il convegno storico sul tema “le sorgenti naturali di Roccamontepiano prima dell’acquedotto”.

L’incontro pubblico sulla storia del paese sarà tenuto dal prof. Aurelio Subranni che da oltre un decennio è alla ricerca di ogni documento, presso ogni tipo di archivio, al fine di ricostruire tutte le vicende storiche della comunità roccolana.

Il tema della serata riguarderà tutte le sorgenti e le fonti naturali idriche, presenti sul territorio comunale, prima della nascita dell’acquedotto.

“Questo è il primo di una serie di incontri che la nostra associazione ha inteso organizzare per questa estate, voglio ringraziare tutti i volontari dell’associazione la Macine che sabato mattina si sono adoperati per la pulizia ed il recupero dell’antica sorgente e fonte di Santannea in località Cestari”  ha dichiarato la presidente Marta Volpe.

Questa antica sorgente e fu costruita oltre 250 anni fa, nell’immediato dopo frana del 1765 in cui morirono circa 500 persone di una comunità fatta di 2000 abitanti.

La prima necessità per la popolazione era quella dell’approvvigionamento idrico ed essendo questa una zona lontana dal cataclisma fu individuata come approvvigionamento  sicuro per la popolazione superstite che successivamente vi si insediò dando il nome di “Terranova” in questo punto del paese dove doveva risolvere il paese distrutto.

A conclusione di questo primo incontro, sabato 28 luglio l’associazione ha organizzato anche una passeggiata e visita alla fontana-sorgente di Santannea con partenza alle ore 18 da piiazza Terranova e, a seguire, una cena d’estate aperta a tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Roccamontepiano i volontari recuperano l’antica sorgente e fonte di “Santannea”

ChietiToday è in caricamento