Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca

E' uscito il nuovo numero di "Voci di dentro": il carcere che "fa notizia"

E' in distribuzione il nuovo numero della rivista realizzata dai detenuti delle carceri di Chieti, Pescara, Vasto e Lanciano che partecipano ai laboratori di scrittura tenuti dall'associazione Voci di dentro

E’  in distribuzione il nuovo numero di Voci di dentro. La rivista di 48 pagine contiene una sessantina di testi opera dei detenuti che partecipano ai laboratori di scrittura tenuti dall’associazione Voci di dentro nelle carceri di Chieti, Pescara, Vasto e Lanciano ed è stata realizzata graficamente al pc da uno dei detenuti  in articolo 21 che ha partecipato al corso di informatica iniziato lo scorso novembre nella sede-redazione della rivista; le illustrazioni (tempere in grande formato) sono di un ex detenuto.

Il magazine che è andato alle stampe nel mese di giugno è stato dedicato alla legalità: in copertina la scritta “Noi ci crediamo” e  una foto rielaborata al pc di una manifestazione sotto l’albero Falcone a Palermo. Immagine alla quale il direttore Francesco Lo Piccolo ha dedicato un ampio editoriale ricordando che quel "noi ci crediamo" significa “credere nella giustizia e nella libertà, ben sapendo che nessuno è libero se vittima del ricatto di un mafioso che impone il pizzo. E che credere nella legalità significa credere nel rispetto dei diritti e della dignità delle persone nei luoghi di lavoro, nei tribunali, nelle carceri e che in particolare nelle carceri significa la messa al bando di ogni violenza fisica nei confronti di chi è detenuto, che legalità è che non ci siano suicidi in carcere e dove devono essere garantiti diritti come la socialità, l’alimentazione, l’igiene personale, i colloqui, lo studio, i permessi, il lavoro,  le misure alternative alla pena”.


Ampio risalto viene poi dedicato alle iniziative che si fanno dentro e fuori dal carcere: teatro, convegni, incontri padri detenuti-figli, progetti realizzati dall'associazione Voci di dentro.  Anche in questa edizione c’è uno sguardo sul mondo con  testi sulla situazione in Grecia, sul caso Lusi, sull’Italia in emergenza tra crisi e terremoti, con un ricordo del terremoto del Friuli vissuto in prima persona da una detenuta ospite del carcere di Chieti. Sezione a parte chiamata quattro mura è invece dedicata al carcere, a quello che non va, ai problemi del sovraffollamento, alla mancate promesse, alle riforme che non ci sono. Chiude il giornale la sezione scritti corsari. In questo numero, anche un inserto in inglese su “voices from inside”, progetto Grundtvig  sul mondo carcerario e sulle attività volte al recupero e al reinserimento di detenuti ed ex detenuti, al quale partecipano, assieme a Voci di dentro, l’associazione Città dei giovani di Firenze, i partner lituani di Agapao-Kris di Siauliai, i turchi di Hotelcilik di Diyarbakir e gli sloveni di Papilot, Lubiana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' uscito il nuovo numero di "Voci di dentro": il carcere che "fa notizia"

ChietiToday è in caricamento