Cronaca

A Chieti arrivano 30mila tonnellate di rifiuti dalla capitale, oggi il vertice in Regione

Un incontro arrivato con un certo ritardo, rispetto alla firma dell'accordo di programma da parte delle Regioni Abruzzo e Lazio, a cui hanno partecipato gli assessori Bevilacqua e Di Felice

Si è tenuta questa mattina, a Pescara, la riunione sulla questione del conferimento dei riufiti romani negli impianti abruzzesi, tra cui quello di Chieti. Un incontro arrivato con un certo ritardo, rispetto alla firma dell'accordo di programma da parte delle Regioni Abruzzo e Lazio, come avevano fatto notare anche i sindaci.

All’incontro, organizzato dal sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Mario Mazzocca, i rappresentanti della Regione Lazio, il dirigente e i funzionari del servizio gestione rifiuti e del servizio politiche energetiche e qualità dell’aria, rappresentanti di Ama, Deco, Cogesa, dell’Arta Abruzzo; per il Comune di Chieti erano presenti gli assessori Alessandro Bevilacqua e Raffaele Di Felice. 

Nel corso dell'incontro si è affrontato il tema della sostenibilità e congruità dell’intervento con le disposizioni contenute nel nuovo Prgr, si è parlato del trasporto, in modo verificare la sostenibilità dello stesso e della tempistica e verifica della quantità di rifiuti da trattare. 

In merito al piano del trasporto, che disciplina tale attività in modo da salvaguardare la qualità dell’aria ed il rispetto della viabilità locale, i Comuni interessati potranno richiedere all’Arta puntuali interventi di monitoraggio qualora ne rilevino la necessità e pervenire a nuove intese per modificare gli itinerari dei mezzi di trasporto utilizzati.

Il sottosegretario Regionale Mazzocca ha specificato la volontà della Regione Abruzzo di rispondere positivamente alla richiesta avanzata dalla Regione Lazio: “Vogliamo dare il nostro contributo a tutela dell’immagine della nostra Capitale, seguendo i criteri della “collaborazione” e della “sussidiarietà” tra enti pubblici, ai fini della salvaguardia ambientale e sicurezza delle comunità interessate. Il tutto in un quadro di compatibilità ambientale e di sostenibilità del sistema impiantistico regionale. Concetti che costituiscono un “punto cardine” delle nostre strategie ambientali e che hanno anche ispirato la redazione ed approvazione del nuovo Piano regionale di gestione dei rifiuti”.

“Inoltre – ha proseguito Mazzocca - la Regione Abruzzo, già dal 2014, ha sottoscritto un apposito accordo con la Regione Lazio per autorizzare il trattamento, presso il polo tecnologico di Aciam spa nel Comune di Aielli (L'Aquila), per un totale massimo di 40.150 ton/anno di rifiuti urbani indifferenziati. L’accordo è stato rinnovato recentemente per tutto il 2018 con DGR n. 736 del 07.12.2017.”

Per quanto riguarda l'impianto teatino della Deco spa - che ha una potenzialità autorizzata di 270mila tonnellate l'anno, si prevede un quantitativo massimo di 30mila tonnellate l'anno, ossia 100 tonnellate al giorno, per 90 giorni lavorativi.

Una volta effettuate, entro le prossime due settimane, definitivamente tutte le verifiche e previa approvazione del nuovo accordo interregionale, la quantità dei rifiuti complessivamente avviabile a trattamento nel 2018 dal Laziin Abruzzo viene evidenziata nel prospetto seguente:

Rifiuti in arrivo a Chieti, Di Primio: "Pronto a bloccare i camion"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Chieti arrivano 30mila tonnellate di rifiuti dalla capitale, oggi il vertice in Regione

ChietiToday è in caricamento