Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Torna il presepe vivente: Teate Nostra chiama a raccolta associazioni e cittadini

Gli interessati sono invitati alla prima riunione organizzativa, con lo scopo di riportare questa tradizione ai livelli dei primi anni

Dopo l'annullamento dell'ultima edizione, che ha scatenato polemiche furiose, il tradizionale presepe vivente dovrebbe tornare nel 2020 ad animare il entro storico di Chieti nel giorno dell'Epifania. 

Per questo, l'associazione culturale Teate Nostra chiama a raccolta i teatini e in particolare parrocchie, associazioni ecclesiali, culturali, musicali, di prosa: "Sarà bello e ricco se in tanti ci lavoreremo", invita in una nota stampa l'associazione, che incalza: "Tutti ricorderanno le prime edizioni che riuscivano a coinvolgere alcune decine di associazioni cittadine e che facevano registrare diverse decine di migliaia di spettatori entusiasti di questa manifestazione. Poi pian piano queste hanno fatto mancare il loro apporto e da ormai diversi anni si è stati costretti a ridurre il percorso, ad organizzare meno scene e, in ultimo, a rivolgersi anche ad associazioni dei paesi vicini a Chieti".

Per tutti coloro che volessero dare il proprio contributo alla 25esima edizione del presepe, è in programma una riunione giovedì 28 novembre, alle ore 18, nella sede di Teate Nostra, in via Principessa di Piemonte 12.

Per qualunque informazione o precisazione è possibile contattare il numero 389 7832195. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna il presepe vivente: Teate Nostra chiama a raccolta associazioni e cittadini

ChietiToday è in caricamento