menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guerra dei taxi, riunione in prefettura e Di Primio annuncia di rivolgersi al ministero

Il sindaco di Chieti scriverà l'ennesima lettera al presidente della Regione per chiedere il regolamento sull'uso degli stalli nell'aeroporto

Si aggiunge un nuovo capitolo alla “guerra dei taxi” che da anni anima una diatriba mai risolta fra i tassisti teatini e quelli pescaresi per il servizio all’aeroporto d’Abruzzo. Questa mattina (giovedì 5 maggio) c’è stata una nuova riunione sull’argomento convocata dal prefetto Antonio Corona, a cui hanno partecipato il sindaco Umberto Di Primio, l’assessore alle Attività produttive Carla Di Biase e i rappresentanti dei tassisti teatini. 

Il sindaco parla di “perdurare di un’inaccettabile situazione in danno dei lavoratori della mia città”, dopo diverse lettere inviate alla Regione per chiedere di risolvere il problema, e annuncia una nuova lettera al presidente Luciano D’Alfonso. “Richiamando le mie precedenti note nonché l’odierno incontro - spiega - chiederò che vengano al più presto avviate le procedure per la predisposizione del Regolamento che definisca il corretto utilizzo degli stalli presso l’Aeroporto. Se entro pochi giorni la Regione non darà riscontro a questa mia ulteriore richiesta, vista l’inadempienza chiederemo al ministero un intervento sostitutivo affinché venga fatta rispettare una legge dello Stato”.

A gennaio c'era stata una riunione in Regione, in cui era stata assicurata la rapida soluzione del problema, ma nulla è cambiato finora. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento