rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Lanciano

Ritrovata l'auto su cui sono fuggiti i rapinatori, i coniugi Martelli restano ricoverati per accertamenti

Prognosi riservata per il chirurgo lancianese, che ha un grave trauma cranico, e per la moglie: i medici vogliono approfondire per scongiurare qualsiasi altra conseguenza. La polizia scientifica sta analizzando le due macchine usate dai malviventi e la villa

Le reazioni

Intanto il gruppo provinciale di Fratelli d'Italia, tramite il portavoce Antonio Tavani, interviene sul gravissimo episodio:

Al di là della solidarietà e della vicinanza che vogliamo esprimere alla coppia dei signori Martelli, vogliamo soffermare la nostra attenzione su quanto la politica si sforzi di essere solidale ma al tempo stesso ipocrita. Negare che ci sia un problema di sicurezza oggi nelle nostre case a Lanciano - come fa il sindaco Pupillo - così come in qualsiasi altro dei posti dove viviamo e dove abbiamo investito, significa voltarsi dall'altra parte rispetto a un problema: quello della sicurezza. Situazione aggravata dal taglio indiscriminato delle risorse destinate alle forze dell'ordine, dal taglio delle risorse destinate ai rinnovi contrattuali, dal blocco del turnover e quindi delle assunzioni nelle forze dell'ordine.

Fdi Chieti vuole denunciare un sempre più generalizzato abbandono delle nostre zone a tutti i livelli. E che lo dica il sindaco Pupillo "che va tutto bene" a noi fa ancora più arrabbiare, perché è come se si volesse negare l'abbandono generale dei nostri territori, non solo quanto alla sicurezza, ma anche lo stato di grave abbandono in cui versano le strade, soprattutto quelle provinciali, ne parla proprio il sindaco presidente di questo ente mai abolito ma abbondantemente depauperato.

Quando la politica da una parte esprime solidarietà e dall'altra si affretta a dire che Lanciano e l'Abruzzo siano da ritenere isola felice, noi sorridiamo preoccupati perché si tende a negare l'evidenza di un territorio che è stato abbandonato "anche" dalle istituzioni, una terra dove non c'è visione, dove non c'è programmazione turistica, dove non c'è manutenzione delle nostre strade e delle nostre scuole, dove lo Stato sta arretrando solo in ragione di tagli, risparmi, bilanci, numeri e percentuali, che purtroppo ricadono esclusivamente su cittadini e impresa. La responsabilità che chiediamo alla politica e vogliamo assumere noi di Fdi a tutti i livelli, comunale provinciale regionale, è quella di invece prendere coscienza dei problemi che interessano famiglie e imprese del nostro territorio senza negarne i problemi, piuttosto affrontandoli con determinazione soluzioni proposte e risorse.

La testimonianza: "Credevamo che ci avrebbero ucciso"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovata l'auto su cui sono fuggiti i rapinatori, i coniugi Martelli restano ricoverati per accertamenti

ChietiToday è in caricamento