rotate-mobile
Cronaca San Giovanni Teatino

Aeroporto d'Abruzzo: zuffa tra tassisti

I due si sono spintonati davanti agli altri tassisti ed è dovuta intervenire la polizia per ristabilire la calma. Un tassista pescarese si è fatto medicare e refertare al pronto soccorso

Ancora alta la tensione fra i tassisti all’aeroporto d’Abruzzo. Un tassista del Cotape di Pescara è finito al Pronto soccorso dell'ospedale ‘Santo Spirito’ dopo una discussione con un collega della società Cometa. Una lite finita con una colluttazione nel primo pomeriggio di oggi all'aeroporto d'Abruzzo.  I due si sono spintonati davanti agli altri tassisti e c’è voluto l’intervento della polizia per ristabilire la calma. Contuso, il tassista del Cotape si è poi fatto medicare e refertare al pronto soccorso. L’episodio di oggi allo scalo d’Abruzzo dimostra come la fine della guerra dei taxi sia ancora lontana. Da tempo è in corso un contenzioso che contrappone i tassisti di Pescara e Chieti sul numero di accessi proprio in aeroporto.

I tassisti di Pescara continuano a non digerire quella che definiscono l’”invasione” dei colleghi teatini all’aeroporto dove, secondo il Cotape, potrebbero operare solo i tassisti dei comuni dove ricade il territorio dello scalo aereo, ovvero Pescara e San Giovanni Teatino; il Cotape critica anche il fatto che  i tassisti della società Cometa utilizzino un numero telefonico con prefisso 085, confondendo la clientela. Dal canto loro, i tassisti teatini sostengono la legittimità del lavoro nella zona aeroportuale, appellandosi al regolamento emanato dall'Enac che permetterebbe  a tutti i tassisti della regione Abruzzo di lavorare sul territorio della zona aeroportuale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto d'Abruzzo: zuffa tra tassisti

ChietiToday è in caricamento