Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Lanciano

Prima la rissa in piazza a Lanciano, poi i colpi di pistola a salve a Montesilvano nel campo giostrai

La rissa tra alcuni giovani lancianesi e i componenti di una famiglia montesilvanese è avvenuta in piazzale Memmo dove erano in corso le operazioni per il montaggio delle giostre per le Feste di Settembre

Una rissa tra i componenti di due famiglie di giostrai è avvenuta in piazzale Memmo a Lanciano.
In base alla ricostruzione di quanto accaduto, ad affrontarsi a colpi di spranghe e tirapugni, una decina di lancianesi contro 4 di Montesilvano.

Cinque i feriti, tutti in maniera lieve. Ignoti, al momento, i motivi che hanno portato alla violenza.

Il secondo atto di questa vicenda potrebbe essersi concretizzato con alcuni colpi di pistola a salve sparati nella zona del campo nomadi in via Cavallotti a Montesilvano nella serata di ieri, venerdì 10 settembre.
Probabilmente si tratta di una ritorsione per il litigio di Lanciano. Anche se al momento, come fanno sapere dalla locale Compagnia dei carabinieri, non ci sono elementi sufficienti per affermarlo con certezza. 

Per quanto riguarda la lite avvenuta a Lanciano si occupa il commissariato di polizia. Sostanzialmente si tratta di attriti tra giostrai, probabilmente vecchie ruggini ma le motivazioni della lite non si conoscono visto che per ora pare che nessuno intenda sporgere denuncia. La questura ha disposto alcuni servizi di vigilanza nei pressi delle giostre dove è avvenuto il fatto ma al momento non vi sono stati altri episodi se non gli spari a Montesilvano che potrebbero essere ricondubili alla medesima vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima la rissa in piazza a Lanciano, poi i colpi di pistola a salve a Montesilvano nel campo giostrai

ChietiToday è in caricamento