Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Danni della neve: Codici rilancia la class action contro l'Enel

Trecento le adesioni raggiunte: risarcimenti da 5 a 10 mila euro. "Una volta accettato l’indennizzo - ricorda l'associazione - i cittadini non possono più aderire all’azione collettiva perdendo l’opportunità di ottenere il risarcimento"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

E’ stato siglato l’accordo tra Enel e  una parte delle associazioni dei consumatori del CNCU che prevede un contributo per le famiglie colpite dai disagi causati dall’ondata di nevicate che l’inverno scorso  ha colpito la Regione Abruzzo, il Lazio e la Toscana.

L’associazione Codici non ha aderito all’accordo per  diversi motivi:

·        i cittadini coinvolti nel disagio si sono visti danneggiati non solo dal maltempo, ma anche dalle mancate attività di prevenzione e manutenzione di Enel. La società era difatti tenuta a fornire per legge un servizio di pubblico anche nelle citate circostanze;

·        La proposta di accordo prevede per le utenze ad uso domestico un indennizzo di poche centinaia di euro: 300 euro che in realtà sono già previsti dall’AEEG e dai regolamenti in materia di interruzione di fornitura elettrica. Il contributo di 90 euro che va ad aggiungersi all’indennizzo previsto per legge è solo una miseria venduta come regalo ai cittadini;

·         attraverso la sottoscrizione dell’accordo, Enel si solleva da ogni responsabilità in relazione alle suddette interruzioni e alla loro durata. E il cittadino aderente dovrà pertanto rinunciare alle successive azioni di richiesta di risarcimento danni.

“La Società quindi sta di fatto concedendo alle popolazioni maggiormente colpite dal maltempo, a titolo di social responsibility, un contributo che non copre neanche un quarto dei danni subiti dai danneggiati, tra questi anziani e malati che per giorni hanno vissuto senza luce, riscaldamento, acqua e telefono – commenta Luigi Gabriele, Resp. Rapporti Istituzionali Codici -.

“Ricordiamo- continua il Segretario Nazionale del Codici, Ivano Giacomelli - che ad oggi sono circa 300 le adesioni  dei cittadini, raccolte da Codici,  per l’avvio dell’azione collettiva”.

L’associazione Codici sta portando avanti una azione collettiva per un risarcimento che va dai 5 ai 10 mila euro cadauno e i cittadini che vogliono aderire possono ancora farlo purché non sottoscrivano l’accordo proposto da Enel e da una parte delle associazioni dei consumatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni della neve: Codici rilancia la class action contro l'Enel

ChietiToday è in caricamento