menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riprendono le lezioni al liceo Galilei devastato dai vandali, chiesto un tavolo per la sicurezza

Nella notte è comparso uno striscione di Blocco Studentesco, mentre Barone, candidato consigliere alle ultime elezioni, chiede al sindaco risposte concrete

Sono riprese già questa mattina le lezioni al liceo scientifico Galilei di Lanciano, devastato nella notte tra mercoledì (24 maggio) e giovedì (25 maggio) da ladri vandali che, oltre a portar via le attrezzature di valore, hanno lasciato danni da qualche decina di migliaia di euro.

Il sindaco Mario Pupillo e l'assessore alla Pubblica Istruzione Giacinto Verna hanno condannato duramente l'azione, che non è la prima ai danni degli istituti scolastici di Lanciano e dello stesso Galilei. "Un atto grave - dicono - ancor più grave in quanto perpetrato ai danni di un presidio di civiltà e formazione quale è una scuola. Ladri, vandali, gente senza alcuna pietà, hanno fatot razzia e scempio degli spazi che per circa 1.000 nostri giovani concittadini rappresentano il luogo della crescita umana e didattica. Un'intera comunità scolastica sotto choc per il reiterarsi di fatti gravi, gravissimi: esprimiamo la nostra solidarietà e la ferma condanna del vile gesto di ignoti, che speriamo gli inquirenti e le forze di polizia, in cui riponiamo la massima fiducia, possano rendere al più presto noti a chi di dovere". 

Per Nico Barone, candidato consigliere comunale alle ultime elezioni, è necessario che il sindaco convochi "un tavolo tecnico sulla sicurezza e sull’ordine pubblico, al fine di concordare con le forze dell’ordine una strategia valida e mettere in atto tutte le azioni necessarie a rafforzare la sicurezza nel nostro comprensorio". Commenta: "Un tale aumento del crimine in città è un problema che l’amministrazione comunale deve affrontare con assoluta urgenza, fornendo una forte e immediata risposta. Una tale statistica di furti rischia di generare una situazione senza controllo". 

Intanto nella notte, sul cancello del liceo Galilei, è comparso uno striscione del Blocco Studentesco, che recita "Gli studenti esigono sicurezza". Il responsabile lancianese del Blocco Studentesco, Domenico De Lucia, commenta così l'ennesimo furto: “È intollerabile. A non meno di due mesi dal furto dei terminali dalla stessa aula multimediale, la lezione non è stata recepita. Oltre al danno, la beffa: i computer sono stati consegnati la sera prima. Per non parlare del vandalismo che non ha risparmiato neanche le aule e il mobilio scolastico. Hanno agito indisturbati. L’allarme era staccato, nessun servizio notturno di vigilanza. Il Blocco Studentesco non resterà a guardare mentre gli studenti pagano le conseguenze di questa pessima gestione. Pretendiamo che chi di dovere si adoperi per la messa in sicurezza delle strutture e la tutela dei ragazzi e della didattica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento