Rivoluzione uffici comunali a Ortona: riorganizzazione e trasferimenti

Ci saranno un'unità organizzativa autonoma per il servizio della polizia municipale e cinque settori comunali

Il Comune di Ortona avrà una nuova struttura organizzativa, con l'obiettivo di migliorare l’attività e la funzionalità degli uffici comunali. La giunta del sindaco Leo Castiglione ha approvato una riorganizzazione dell’organigramma degli uffici, che prevede la costituzione di una unità organizzativa autonoma e di cinque settori sviluppati al loro interno in unità organizzative di II e III livello.

"La nuova organizzazione comunale – sottolinea il sindaco Leo Castiglione – è frutto di un'attenta analisi per migliorare la funzionalità della struttura e per adattarla ai fabbisogni dell’ente in relazione ai programmi dell’attività amministrativa. In particolare, la nuova macrostruttura offre una soluzione operativa ai nuovi impegni e incarichi amministrativi, come il nuovo sportello Suap che dal 1° gennaio è tornato alle dirette competenze del Comune attraverso gli uffici del terzo settore e con l’istituzione dell’ufficio Gare Centralizzato, dopo l’uscita dalla Cuc di Lanciano, che gestirà direttamente la predisposizione e l’aggiudicazione dei bandi e appalti di tutti i settori. L’intento è quello di realizzare una macchina amministrativa in grado di raggiungere gli obiettivi programmati e quelli sopraggiunti grazie all’attribuzione di importanti finanziamenti, come quelli per le scuole, sul dissesto idrogeologico e sulla ciclopedonale, attraverso una razionalizzazione delle competenze e delle funzioni con strutture il più possibile equilibrate e omogenee".

Sul piano operativo, il nuovo modello organizzativo si articola in una unità organizzativa autonoma per il servizio della polizia municipale e cinque settori comunali che si occuperanno di “Affari generali e servizi alla persona”, “Servizi finanziari e risorse umane”, “Attività tecniche e produttive”, “Lavori pubblici, mobilità e patrimonio” e “Ufficio gare e contratti pubblici”.

La riorganizzazione riguarderà anche la dislocazione dei nuovi uffici con il trasferimento delle attività produttive in via Cavour sopra il mercato coperto mentre i due nuovi settori, lavori pubblici e ufficio gare, saranno strutturati nella sede comunale di corso Matteotti.
La razionalizzazione delle competenze non riguarda solo il settore delle attività tecniche e produttive, particolarmente impegnato sia sul fronte delle attività ordinarie e sia nei procedimenti di approvazione e attuativi degli strumenti urbanistici come PRG, Piani Particolareggiati e Piano Demaniale, come anche nella redazione del regolamento edilizio comunale sulla base della nuova normativa regionale e nella gestione del nuovo sportello unico digitale per l’edilizia, ma prevede anche il trasferimento del servizio patrimonio dai servizi finanziari ai lavori pubblici, in ragione di una ripartizione più funzionale e operativa per la manutenzione e valorizzazione dello stesso patrimonio comunale.

"Le modifiche introdotte – sottolinea il vicesindaco Vincenzo Polidori con delega al personale – nella articolazione degli uffici, insieme ai concorsi pubblici che abbiamo avviato per rinnovare e integrare il personale comunale, rispondono ad una logica di potenziamento e ottimizzazione dei servizi che porterà concreti vantaggi a tutta la città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità abruzzese: si è spenta la dottoressa Mariangela Bellisario

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • L'infermiere era costretto a mansioni da Oss: condannata l'azienda sanitaria

  • Coronavirus: la circolare del Ministero della Salute per non contrarre il virus cinese

  • In tribunale con gli screenshots delle conversazioni della moglie per provare il tradimento ma viene denunciato

  • Chiesa, cambia il 'Padre nostro', monsignor Forte: "Nuova versione sarà ufficiale dopo Pasqua"

Torna su
ChietiToday è in caricamento