menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rinviato a giudizio l'ex allenatore di baseball accusato di pedofilia

Udienza a porte chiuse questa mattina nel tribunale di Chieti dove l'uomo è comparso davanti al gup. Le perizie mediche e psicologiche hanno evidenziato la “piena attendibilità delle testimonianze”

E’ comparso questa mattina davanti al gup del tribunale di Chieti l’ex allenatore di baseball in carcere da un anno con l’orribile accusa di aver abusato sessualmente di alcuni ragazzini durante gli allenamenti e le trasferte.

Il gup Luca De Ninis oggi ha disposto il rinvio a giudizio di R.F., 52 anni per violenza sessuale aggravata. Nell’udienza, che si è svolta a porte chiuse, si sono costituite le parti civili le famiglie delle vittime, la società dilettantistica Asd Chieti Baseball e la Federazione Italiana Baseball e Softball.

I fatti si consumarono tra la fine del 2015 e la primavera del 2017 all’interno del bar del campo di baseball a Chieti Scalo e in trasferta, secondo quanto ricostruito dall’accusa. R.F. avrebbe approfittato del suo ruolo per attrarre e abusare sessualmente di alcuni minori di età compresa tra gli 8 e i 13 anni che facevano parte della squadra che allenava. Violenze che, secondo la Procura di Chieti, si sarebbero ripetute più volte. L’inchiesta è scattata all’inizio del mese di marzo del 2017 dopo la denuncia dei genitori di una delle vittime che aveva fatto ricorso alle cure dei medici dell’ospedale SS. Annunziata.

L’accusa formulata dal pm e accolta dal gup si fonda sulle attività investigative della squadra mobile di Chieti e sulle perizie mediche e psicologiche che hanno evidenziato la “piena attendibilità delle testimonianze” dei minori coinvolti.

La prima udienza del processo è fissata al 27 settembre a Chieti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento