Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Rimozione semafori di accesso Ztl: le perplessità di Nuova Lanciano

Il gruppo consiliare sul funzionamento della Ztl, a seguito della rimozione delle lanterne semaforiche che ne regolavano l'accesso

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Non si può fare a meno di notare che l'applicazione del provvedimento non è stata fatta a dovere, forse perché gli stessi amministratori non hanno le idee chiare in merito e dispiace che tanta superficialità si debba riversare sui cittadini.  Purtroppo gli attuali amministratori non hanno tenuto conto delle reali esigenze della città: ultima notizia riguardo la Ztl è la rimozione delle lanterne semaforiche. Ancor più grave il fatto che sia stato un privato cittadino, un avvocato, a far notare che le lanterne semaforiche non erano state ritenute idonee dal Ministero dei Trasporti con conseguente rimozione delle stesse. Adesso l'amministrazione Pupillo si giustifica affermando che erano state installate per far abituare gli utenti durante il periodo di pre esercizio. Quindi viene da pensare che è stata fatta una spesa ingente sapendo da principio che i semafori sarebbero stati rimossi. E' anche vero che, se si fossero documentati a dovere, avrebbero potuto evitare di acquistare le lanterne semaforiche che non rispondono alla normativa vigente. Inoltre la loro rimozione ha comportato ulteriori costi e soltanto adesso si sono accorti che è necessario installare una nuova segnaletica luminosa, questa volta a norma, e che avrà un costo di circa 30.000 euro, ammesso che tale costo sia inserito nel bilancio. Questo modo di operare non piace ai cittadini e riteniamo che quando si agisce per il bene di una città si debba partire da una progettualità ben definita, evitando l'improvvisazione. “Tanta superficialità ci preoccupa – affermano Paolo Bomba ed Angelo Palmieri – il provvedimento è stato più volte riproposto soltanto per avere a tutti i costi la Ztl a Lanciano, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. In pratica per sei anni e mezzo abbiamo avuto la solita minestra riscaldata con i cittadini che, oltre al danno delle multe, hanno ricevuto anche la beffa del pagamento di effimeri semafori che non erano a norma. In campagna elettorale si parlava tanto di progetti ma l'unico futuro che intravediamo con l'amministrazione Pupillo è pressapochismo senza dimenticare che la Ztl, oltre alla crisi, ha ulteriormente penalizzato gli esercizi commerciali.  I cittadini sono confusi e sono tante le persone che nel dubbio evitano di passare nelle zone dove è presente la limitazione del traffico, senza contare che la cartellonistica di segnalazione non è di facile lettura e spesso gli utenti sono costretti a fermarsi per poterli leggere con chiarezza creando ulteriori problemi di viabilità e sicurezza”.

“Nuova Lanciano non è contraria alla Ztl – precisano Bomba e Palmieri – anzi, siamo convinti che se fatta a dovere sia  una soluzione importante per snellire il traffico ed abbassare i livelli di inquinamento della città. Mancano, però, i servizi accessori: parcheggi, lo studio di una mobilità alternativa e il miglioramento della vivibilità delle zone interessate. Nuova Lanciano è aperta al confronto per sostenere una Ztl differente e che sia realmente rispettosa delle esigenze dei cittadini.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimozione semafori di accesso Ztl: le perplessità di Nuova Lanciano

ChietiToday è in caricamento