menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rigopiano, sbloccati i fondi di Osimo per il piccolo Samuel

Le donazioni erano state bloccate dal giudice. A gennaio 2017 il bimbo perse i genitori, Domenico Di Michelangelo e Marina Serraiocco, nel disastro dell'hotel Rigopiano

Sono stati sbloccati i fondi raccolti dal Comune di Osimo in favore del piccolo Samuel, il bambino di 8 anni che il 18 gennaio 2017 perse i genitori Domenico 'Dino' Di Michelangelo e Marina Serraiocco di Chieti nel disastro dell'hotel Rigopiano a Farindola travolto e distrutto da una valanga che causò 29 morti.

La notizia è stata data dal sindaco di Osimo Domenco Pugnaloni, Comune dove i coniugi Di Michelangelo - lui poliziotto, lei commerciante - risiedevano da qualche tempo. Ieri è arrivata l'autorizzazione del giudice tutelare di Chieti che autorizza il tutore provvisorio ad accettare con versamento su conto pupillare del piccolo Samuel i fondi raccolti dal Comune marchigiano, poco meno di 140mila euro.

La svolta il 2 novembre scorso, dopo le ennesime polemiche all’interno del Comune per via del mancato trasferimento del sindaco Pugnaloni e per la presunta assenza di un tutore definitivo. Il tutore provvisorio di Samuel, lo zio paterno, ha relazionato dettagliatamente il giudice della vicenda. Lo stesso ha ritenuto validi i poteri del tutore provvisorio e, con dispositivo, lo ha autorizzato a chiedere al Comune di Osimo di procedere versando sul conto corrente pupillare del bimbo l’intera somma raccolta, vincolata fino a maggiore età.

"Ero certo dell'esito positivo. La procedura seguita era corretta - spiega il sindaco all'Ansa - non ho trattenuto indebitamente alcuna somma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento