menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valanga hotel Rigopiano: ci sono delle vittime

Dentro l'albergo risultano trenta dispersi, fra questi ci sarebbero anche dei teatini

Ci sarebbero delle vittime nell'hotel Rigopiano secondo Antonio Crocetta, uno dei capi del Soccorso alpino abruzzese che da ieri sera si é messo in marcia con gli sci insieme agli altri soccorritori per raggiungere l'hotel a Farindola (Pe), alle pendici del Gran Sasso, dove una slavina di enormi dimensioni è crollata sulla struttura facendo cadere il tetto. A dare l'allarme sarebbe stato un cliente che al momento del crollo si trovava fuori dalla struttura. 

I soccorritori hanno passato tutta la notte a raggiungere l'hotel Rigopiano. Al momento dell'incidente l'albergo ospitava circa 20 turisti più i dipendenti. Tra loro ci sarebbero anche dei teatini. Sappiamo che si trovavano lì una famiglia con un bimbo originaria di Chieti, una lavoratrice della Spa, una coppia di Castel Frentano.

Due persone che si trovavano all’esterno e che avevano trovato riparo in auto sono state messe in salvo, si tratta di Giampiero Parete e Fabio Salzetta.

Gli uomini del Soccorso alpino Guardia di Finanza (Sagf) e del Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico (Cnsas), impegnati nelle ricerche, hanno riferito di non sentire voci provenire dall'interno, ma di vedere alcune luci accese. “Chiamiamo ad alta voce ma nessuno risponde” raccontano descrivendo uno scenario apocalittico.   

"Ci sono parecchi feriti, ma non si sa ancora quanti sono ancora dispersi o addirittura morti. Certo che la struttura è stata presa in pieno dalla slavina, tanto che si è spostata di dieci metri" ha detto il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento