Cronaca

Nove persone salvate, cinque le vittime, ma a Rigopiano si continua a scavare in cerca di superstiti

Sono Francesca Bronzi, Vincenzo Forti, Giorgia Galassi e Giampaolo Matrone le persone salvate tra la scorsa notte e le prime ore di questa mattina dall'albergo di Farindola

Sono Francesca Bronzi, Vincenzo Forti, Giorgia Galassi e Giampaolo Matrone le persone salvate tra la scorsa notte e le prime ore di questa mattina (sabato 21 gennaio) dalle macerie dell'hotel Rigopiano e ricoverate all'ospedale di Pescara. Si aggiungono ad Adriana Vranceneau e ai piccoli Gianfilippo, Edoardo, Ludovica e Samuel, già allo Spirito Santo da ieri. 

Secondo l'ultimo bollettino medico, delle ore 11 di oggi, sono in buone condizioni di salute, ad eccezione di uno dei pazienti, che al momento si trova in sala operatoria per un intervento chirurgico al braccio. Il prossimo bollettino medico ci sarà oggi pomeriggio, alle ore 17.30. Intanto proseguono, a Farindola, le operazioni di soccorso, seppure rese più difficili dal peggioramento delle condizioni meteo: al momento, infatti, alle pendici del Gran Sasso ha iniziato a nevicare. 

Purtroppo, però, è stata trovata un altra persona morta, un uomo non ancora identificato. Sale così a cinque il numero ufficiale delle vittime, ancora una ventina i dispersi. Soltanto tre delle vittime, finora, sono state identificate e i parenti sono stati informati. Ma non si smette di sperare: i soccorritori raccontano che arrivano segnali da sotto le macerie e stanno cercando di individuare eventuali altri superstiti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nove persone salvate, cinque le vittime, ma a Rigopiano si continua a scavare in cerca di superstiti

ChietiToday è in caricamento