Villa Santa Maria, immagine di repertorio
Cronaca

La riflessione di un lettore: "L'Abruzzo ha tanto da offrire, ma non lo rende accessibile ai turisti"

Stefano Perani, di Ravenna, è tornato dopo anni e si rivolge direttamente al sindaco di Villa Santa Maria: "Perché non trovate soluzioni per sistemare la strada?"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Buongiorno, vi scrivo da Ravenna per ricordarvi quanta bellezza e particolarità scopro tutte le volte che vengo in Abruzzo e credo che anche Voi sappiate che patrimonio culturale, artistico, gastronomico e Turistico avete ma secondo me a viverci e ad abituarcisi, si tende a dimenticarlo.

Perché dico questo? Perché quest'anno approfittando del weekend lungo a fine aprile, dopo svariati anni che non “scendevo” a trovare un mio caro amico e la sua famiglia, ho rivisto panorami a me cari che fanno da sfondo a tanti miei ricordi passati, ho riassaporato piatti della Vostra gastronomia accompagnati da vini tipici immerso in un agriturismo del vostro entroterra dove era già difficile arrivare anni fa che ne fauna sua particolarità.... ma quest'anno lo è stato ancora di più!

Ecco che arriviamo al punto: avere tanto da offrire e dal quale ricavare visibilità ed un indotto non indifferente, ma non poterlo rendere di facile accesso ai “foresteri” secondo me è sbagliato; ho imparato, nel corso degli anni, interessandomi allaparte turistica della mia Città, quanto siano importanti le vie di comunicazioni e se noi abbiamo problematiche legate alla strade, posso constatare che da queste parti è peggio e proprio recandomi presso l'agriturismo ho riscontrato un peggioramento strutturale della sede stradale dovuto ai movimenti franosi che anni fa interruppero la strada fra Pennadomo e Villa Santa Maria obbligando ad un passaggio di fortuna che ogni anno, al tempo mi recavo spesso da quelle parti, notavo deformarsi verso valle a tal punto da renderlo impraticabile con la conseguente chiusura dello stesso. 

Quest'anno siamo passati da Villa Santa Maria ma la strada anche da questo versante è in pessime condizioni e mi chiedo quali soluzioni si stanno adottando o credono di adottare non in un futuro prossimo, ma adesso! Noto che di interventi se ne fanno e credo che abbiano anche un discreto costo, ma le strade, le vie di comunicazione sono importanti non solo per il turismo, ma per la vita di tutti i giorni, per non parlare poi delle emergenze: quindi sindaco di Villa Santa Maria come intende risolvere questo problema?

Contro la natura si può far poco, ma noto che in passato in mezzo alla sua città è stato costruito un viadotto con i piloni a valle a ridosso delle case, ergo che se si vuole, di interventi definitivi se ne possano fare, poi a chi spetta è una risposta che mi deve dare lei, ma non solo a me, ma anche ai suoi cittadini, agli imprenditori che investono in questa bellissima terra, agli automobilisti che compiono a volte miracoli ed a chi decide di dedicare il proprio tempo libero alla scoperta della Sua Terra!

Chiedendo in loco comunque mi è stato risposto che lei è a conoscenza della cosa e questo credo che sia ovvio, ma mi è anche stato detto che i lavori di ripristino spettano a chi ha la competenza territoriale della sede stradale, ma credo che aspettando, tamponando con interventi non risolutivi, non si scongiuri il giorno in cui non solo quest’ultimo tratto diventi impraticabile.

Questo è un problema diffuso in tutta Italia, è vero, ma penso che da qualche parte bisogna iniziare ed addirittura potrebbe esser motivo di vanto da parte Vostra una ristrutturazione definitiva delle strade che, ripeto, oltre alla normale vita quotidiana, porterebbe uno slancio non indifferente alle strutture ricettive e sono sicuro aumenterebbe il pubblico agli eventi della Sua Terra!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La riflessione di un lettore: "L'Abruzzo ha tanto da offrire, ma non lo rende accessibile ai turisti"

ChietiToday è in caricamento