Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Rifiuti pericolosi lungo la fascia costiera: sequestrata discarica abusiva ad Ortona

Il sequestro in località Peticcio, su un'area di particolare pregio ambientale. La discarica scoperta dai Carabinieri Forestali era sorta su un sito in forte pendenza con potenziali pericoli per l'incolumità pubblica

Un ingente quantitativo di rifiuti pericolosi è stato scoperto dai Carabinieri Forestali di Ortona in località Peticcio, su un'area di particolare pregio ambientale lungo la fascia costiera.

Accatastati in un'area di circa 3.500 metri quadrati, oltre quattromila metri cubi di rifiuti scaricati e tombati nell'area, provenienti soprattutto dal settore edilizio e miscelati a terre e rocce: visibili pezzi di cemento, asfalto e catrame, metalli, contenitori imbrattati di sostanze pericolose, come solventi e vernici.

Su provvedimento convalidato dal gip di Chieti, i Carabinieri Forestali hanno posto l'area sotto sequestro. Intanto continuano le indagini per capire la provenienza dei rifiuti.

La discarica abusiva era sorta su un sito in forte pendenza rendendo instabile il versante con potenziali pericoli per l'incolumità pubblica: in più punti, infatti, le masse di terre e rocce miste a rifiuti presentano colamenti. Il proprietario del terreno è stato denunciato per deturpamento delle bellezze naturali, violazione del testo unico ambientale e del codice dei beni culturali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti pericolosi lungo la fascia costiera: sequestrata discarica abusiva ad Ortona

ChietiToday è in caricamento