Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Atessa

Rifiuti ospedalieri: si va verso il rigetto per l’impianto di trattamento ad Atessa

Il comitato regionale di valutazione impatto ambientale ha espresso preavviso di rigetto sui rifiuti sanitari nella zona industriale

“Un passo in avanti importante, ma ci sarà ancora da lavorare per scongiurare definitivamente l’insediamento dell’impianto Di Nizio per il trattamento di rifiuti ospedalieri con annesso stoccaggio per rifiuti, pericolosi e non, previsto nella zona industriale di Atessa”. Questo il commento di Fabrizia Arduini del Wwf Abruzzo dopo il giudizio del comitato regionale di Valutazione di Impatto Ambientale che ha espresso preavviso di rigetto per l’impianto di trattamento dei rifiuti ospedalieri nella zona industriale di Atessa, per motivi localizzativi dovuti alla vicinanza di case sparse.

“È un bel respiro di sollievo leggere di questa decisione ma ora – spiega Arduini - per mettere la parola fine, secondo la normativa vigente  bisognerà aspettare il tempo concesso alla ditta proponente per presentare in forma scritta eventuali motivazioni pertinenti al superamento dei motivi di rigetto. Avevamo espresso molte perplessità – racconta la reponsabile energia Wwf - tra queste la vicinanza ad abitazioni e punti di ristoro. Risulta difficile capire quali fossero i reali interessi della proponente, se gestire i rifiuti sanitari a rischio infettivo, o lo stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, attività che, per stessa ammissione della ditta, non ha nulla a che vedere con l’attività dell’impianto di sterilizzazione dei rifiuti sanitari". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti ospedalieri: si va verso il rigetto per l’impianto di trattamento ad Atessa

ChietiToday è in caricamento