menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti abbandonati davanti alla lapide che ricorda i martiri del Nazifascismo in pieno centro

La denuncia dell'Anpi, che ora chiede al Comune pulizie più accurate e una videocamera per individuare i responsabili

Rifiuti abbandonati in piazza Martiri della Libertà, in pieno corso Marrucino, davanti alla lapide che ricorda il sacrificio di tanti giovani e a volte giovanissimi che sacrificarono la loro vita contro la tirannide nazifascista. La denuncia arriva dall'Anpi Chieti Alfredo Grifone, che da tempo ha notato come spesso, di fronte al monumento, vengano appoggiati i sacchi di immondizia che spesso restano lì anche per diversi giorni. 

Per questo, la sezione teatina dell'Anpi chiede all'assessore ai Rifiuti Alessandro Bevilacqua, a cui già in passato è stato segnalato il problema, di impegnare Formula Ambiente a un'adeguata pulizia settimanale, magari al termine del mercato del venerdì, con una idropulitrice che riesca anche a eliminare anche gli escrementi di piccione che si depositano alla base del monumento.

L'associazione partigiani, inoltre, chiede al Comune di installare una videocamera per individuare e punire i responsabili dell'abbandono di rifiuti che non solo deturpa una lapide storica, ma l'intero centro, considerato che piazza Martiri si trova fra due banche, a ridosso dell'ingresso del palazzo della Provincia e della prefettura, nonché poco distante dalla questura. 

"È giusto - dicono gli esponenti dell'Anpi - che l'intera amministrazione comunale contribuisca a risolvere un problema che causa turbamentop tra cooloro che si ispirano agli alti valori della nostra Costituzione repubblicana, nata in seguito all'eroica lotta di Liberazione nazionale dal nazifascismo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento