menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti e acqua si pagano online, a Teate Servizi arriva il cassetto tributario

Pagamenti online per ridurre i tempi e i costi dell’invio di bollette e ridurre al minimo gli errori e i calcoli errati

Pagamenti online per ridurre i tempi e i costi dell’invio di bollette e ridurre al minimo gli errori e i calcoli errati. Questo l’obiettivo del nuovo Cassetto tributario di Teate Servizi, presentato questa mattina (lunedì 14 marzo) in conferenza stampa dal presidente Valerio Visini. 

Come funziona. Per accedere basta andare sul sito della società www.teateservizi.it e cliccare dalla home page su Cassetto tributario. Da lì è possibile registrarsi con i propri dati personali, compreso il codice fiscale, tramite cui ogni cittadino sarà individuato. A questo punto, si dispone di un archivio online da cui poter stampare le bollette passate e, soprattutto, si può tenere sotto controllo costantemente lo stato dei pagamenti. E, per la prima volta, si possono pagare la tassa sui rifiuti e le bollette dell’acqua (da fine marzo) online tramite carta di credito, con una commissione dell’1,20%, “normalmente inferiore rispetto a quanto si spende per il bollettino postale”, dice Visini. 

Il vantaggio è la velocità nei pagamenti, ma l’innovazione comporta qualche differenza rispetto al passato: infatti non sarà più possibile pagare tramite bonifico bancario. Una scelta che ha causato qualche protesta dei cittadini nei giorni scorsi, ma obbligata: “Per legge, entro fine anno - precisa Visini - gli enti pubblici dovranno adeguarsi alle nuove norme di pagamento digitale e non sarà più possibile pagare tramite bonifico. Anche perché il personale doveva inserire manualmente nel sistema i pagamenti fatti così e inevitabilmente c’erano errori”. Al momento, dal 9 marzo, giorno in cui la piattaforma è stata messa online, ad oggi, si sono già registrati 489 utenti; le transazioni effettuate sono state 429, 242 con esito positivo. 

Il risparmio. L’adeguamento alla norma ministeriale e la necessità di risparmiare, hanno fatto optare la società municipalizzata per il Cassetto tributario, realizzato dalla Mercurio Service dell’Aquila, che ha già attivato il servizio nei Comuni di Anzio, Teramo, Civitanova, Campli, Avezzano. “Per l’attività di riscossione - aggiunge il presidente di Teate Servizi - prendiamo il 3,20% di commissione dal Comune, cifra con cui dobbiamo coprire tutte le spese, mentre in passato ci arrivava il 4,50%”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento