menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appalti post-sisma a L'Aquila, arrestati politici e imprenditori

Nel mirino degli inquirenti una serie di vicende di corruzione legate alla ricostruzione dell'Aquila, in particolar modo i lavori di puntellamento affidati dopo l'ottenimento di presunte tangenti. Fra gli arrestati l'ex assessore Pierluigi Tancredi

Cinque misure cautelari e sequestri a carico di imprenditori ed ex amministratori locali nell'ambito degli appalti per la ricostruzione post sisma. E' quanto eseguito questa mattina su richiesta della Dda dell'Aquila dai carabinieri, al termine di articolata attività d'indagine coordinata dalla locale Procura Distrettuale della Repubblica.

Nel mirino degli inquirenti una serie di vicende di corruzione legate alla ricostruzione post terremoto dell'Aquila, in particolar modo i lavori di puntellamento affidati dopo l'ottenimento di presunte tangenti. Nella vicenda vi sarebbero stati ricatti ed estorsioni.

Tra gli arrestati Pierluigi Tancredi, ex assessore comunale già coinvolto nell'inchiesta "Do ut des", riguardante presunte irregolarità negli appalti per la ricostruzione post-sisma, con riferimento sempre ai puntellamenti.

All'operazione stanno partecipando oltre 80 carabinieri che stanno operando oltre che all'Aquila, nelle province di Teramo e Chieti e anche nel litorale laziale
 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento