Cronaca San Giovanni Teatino

Il giudice accoglie il ricorso contro la multa, il Comune si difende: "Il semaforo di via Po non è fuorilegge"

L'assessore alla polizia locale di San Giovanni Teatino, Bronzino, interviene dopo che il giudice di pace di Chieti ha accolto il ricorso contro una multa all'incrocio

L'assessore alla polizia locale di San Giovanni Teatino, Massimiliano Bronzino Cesario, prova a fare chiarezza sul semaforo all'incrocio di via Po a Sambuceto, ritenuto "fuorilegge" in base ad una sentenza non ancora pubblicata. Il giudice di pace di Chieti ha infatti accolto il ricorso contro una multa all'incrocio semaforico di via Po.

"Grazie al nostro legale e a quanto riferito dal comandante Di Pompo - spiega Bronzino - siamo riusciti quantomeno a risalire al ricorso scoprendo che quell'automobilista per ben 4 volte ha attraversato quell'incrocio con il semaforo rosso: ha pagato la prima multa, ha visto accolto un ricorso, mentre un altro giudice ha rigettato gli altri due".

Bronzino comprende che giudici diversi possano avere una diversa interpretazione della normativa, seppure molto chiara. In consiglio comunale ha ricordato le indicazioni del Ministero dei Trasporti, basate su uno studio del CNR, relative alle condizioni di percorribilità di una strada e quindi i parametri da tenere in considerazione per valutare la corretta durata del giallo. "I due impianti di rilevamento - chiarisce Bronzino -  sono sistemati nei due incroci più pericolosi della città. E la durata del giallo, che il Ministero indica di almeno 3 secondi per strade urbane (come è classificata via Po almeno dal 2008), è sempre stata, per millesimale approssimazione, almeno di 4 secondi. Tutto questo per rendere chiaro come non vi sia stato alcun comportamento criminoso".

Il Comune intanto è in attesa della sentenza per leggere e capire quali siano state le motivazioni del giudice di pace. "Se ci saranno come immaginiamo le condizioni ci opporremo - afferma l'assessore - soprattutto perchè  l'azione dell'amministrazione Marinucci, volta a ridurre la pericolosità e l'incidentalità nelle nostre strade si è dimostrata efficace. Nell'ultimo periodo le multe sono diminuite di quasi il 90% rispetto allo scorso anno. Nelle uniche due occasioni in cui il semaforo è rimasto inattivo per manutenzione in occasione delle nevicate e forti piogge, si sono verificati due incidenti”.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giudice accoglie il ricorso contro la multa, il Comune si difende: "Il semaforo di via Po non è fuorilegge"

ChietiToday è in caricamento