menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
un momento dell'inaugurazione (foto Facebook)

un momento dell'inaugurazione (foto Facebook)

Riapre Sant'Agata, in tanti nella storica chiesa a Santa Maria

L'emozione dei teatini all'inaugurazione dell'edificio di culto riaperto dopo un consistente intervento di restauro e consolidamento. La chiesa inagibile del 2009, negli anni è stata anche teatro di furti

Grande partecipazione ieri all'inaugurazione ufficiale della chiesa di Sant'Agata, splendido edificio dal portale gotico situato all’interno dello storico quartiere Trivigliano. Un momento emozionante scandito dalla gioia dei teatini intervenuti per celebrare l’avvenimento, tra applausi e musica.

L’edificio di culto riapre infatti dopo oltre un decennio e un consistente intervento di restauro e consolidamento curato dall’architetto Lorenzo Leombroni e dall'ingegner Luca Cipollone, intervenuti ieri. I lavori sono stati eseguiti dall’impresa “De Cesare Ing. Ulrico” con un finanziamento di quasi 200 mila euro stanziato dalla Conferenza episcopale italiana e contributo della parrocchia di Sant’Agostino di monsignor Michelangelo Tumini.

L’arcivescovo Bruno Forte ha quindi benedetto la piccola chiesa di Sant’Agata, che ha origini antiche: è stata molto probabilmente fondata intorno all’800 dai Goti e arricchita dai Longobardi, che nutrivano una particolare devozione per la Santa Siciliana. Gli Angioini, nel loro ridisegno urbanistico XIII secolo, inclusero l’edificio nella cerchia muraria cittadina. Nel recente passato, la struttura venne dichiarata inagibile dopo il terremoto del 2009.

Chiusa tra i vicoli del quartiere, in questi anni Sant'Agata è stata purtroppo anche teatro di furti per mano di ignoti: è il caso del possente Cristo Crocifisso ligneo del ‘600 custodito al suo interno e di altre preziose tele.

Sant’Agata nell’ultimo mese era stata già aperta due volte, in via straordinaria, per visite guidate: dall’Aduc Chieti e dai volontari del Fai per la Fai Marathon.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento