Cronaca Chieti Scalo / Via Penne

Seab, revocata la sospensione: nei capannoni di via Penne si lavora

Il giorno dopo aver ricevuto l'avviso di fermo momentaneo dell'autorizzazione a trattare rifiuti speciali, il titolare Bellia avrebbe presentato in Regione la documentazione necessaria. Non ci sarà il fermo di 90 giorni

La sospensione dell’autorizzazione per la Seab, l’azienda di trattamento rifiuti speciali di Chieti Scalo, è già stata revocata.

La Regione ha comunicato alla ditta del patron del Chieti calcio Walter Bellia qualche settimana fa del provvedimento preso: 90 giorni di stop, durante il quale la Seab avrebbe dovuto risolvere le irregolarità riscontrate. Immediatamente il titolare si è attivato per raccogliere i documenti necessari a dimostrare che quelle mancanze non c’erano, o almeno erano già state colmate. Già il giorno successivo avrebbe consegnato tutto alla Regione, ottenendo la revoca della decisione

La sospensione di 90 giorni dell’autorizzazione all’azienda teatina è stata pubblicata sul Bura (Bollettino ufficiale regione Abruzzo) di ieri (mercoledì 12 settembre).


Sembra dunque che la Regione non abbia comunicato ai responsabili del Bura di come si era evoluta la vicenda. E nei capannoni di via Penne si continua a lavorare

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seab, revocata la sospensione: nei capannoni di via Penne si lavora

ChietiToday è in caricamento