Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Santa Barbara / Via delle Terme Romane

Con gli studenti rinascono le terme romane

Il progetto pilota che vede protagoniste università, scuole e soprintendenza riporterà alla città e valorizzerà il grande complesso e il suo mosaico. A maggio mostra e cantiere aperto

Le terme romane di Chieti rinascono grazie agli studenti. E’ in partenza in questi giorni infatti il progetto pilota che vede insieme l’università “d’Annunzio”, le scuole di Chieti e Pescara,  la Soprintendenza per i beni archeologici e l’ Archeo Club. Oggetto di studio e restauro sarà il grande complesso archeologico delle terme assieme ai suoi due mosaici.

 

La cattedra di Archeologia Classica, di cui è titolare  la professoressa Santoro, grazie alla collaborazione con gli esperti della Soprintendenza, permetterà ai propri studenti di seguire il laboratorio teorico-pratico per  la pulitura e un primo intervento di restauro del mosaico, che va dallo studio del monumento nel suo contesto urbanistico antico sino alle problematiche di valorizzazione e comunicazione al pubblico.

Con gli studenti lavoreranno anche gli educatori museali delle associazioni Memosyne e Oltre Museo. Verranno realizzati testi, disegni, documenti multimediali e manufatti da esporre in una mostra conclusiva assieme alle elaborazioni scientifiche, ai rilievi e alle ricostruzioni 3D prodotte dagli allievi del laboratorio tenuto dall’Università.

Il progetto si concluderà a maggio 2013, in occasione del Maggio Teatino, con una mostra e un “cantiere aperto” di restauro all’interno delle Terme, così che tutti i cittadini potranno riscoprire questo monumento particolarmente significativo del patrimonio archeologico chietino.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con gli studenti rinascono le terme romane

ChietiToday è in caricamento