rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca San Vito Chietino

Reddito di cittadinanza senza averne diritto, nuove denunce a Fossacesia e San Vito Chietino

Le analisi periodiche svolte dai carabinieri dei piccoli centri hanno permesso di individuare, nel giro di pochi mesi dalla concessione del beneficio, gli ennesimi “furbetti”

I carabinieri di Fossacesia e San Vito Chietino hanno denunciato due falsi percettori del reddito di cittadinanza. Si tratta di una giovane proveniente dall’Africa subsahariana che ha dichiarato falsamente di essere residente in Italia da più di dieci anni (condizione necessaria per gli stranieri al fine di ottenere il beneficio) e di un 49enne di Sant’Apollinare con precedenti, il quale ha ottenuto il beneficio omettendo di dichiarare di essere gravato dalla pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici comminata a seguito di una condanna definitiva per traffico di stupefacenti.

Le analisi periodiche svolte dai carabinieri dei piccoli centri hanno permesso di individuare, nel giro di pochi mesi dalla concessione del beneficio, gli ennesimi “furbetti”. Questo, evidenziano dalla compagna carabinieri di Ortona,  ha permesso all’ufficio provinciale dell’Inps di revocare pressoché in tempo reale dalla segnalazione il pagamento mensile del Rdc e di limitare il danno per le casse dell’Erario a circa 4 mila euro.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza senza averne diritto, nuove denunce a Fossacesia e San Vito Chietino

ChietiToday è in caricamento